Home Rubriche L'angolo del Pediatra L’ANGOLO DEL PEDIATRA – Mamma che latte! Allattare al seno con amore...

L’ANGOLO DEL PEDIATRA – Mamma che latte! Allattare al seno con amore e facilità

Nuovo appuntamento con la rubrica "L'angolo del Pediatra" a cura del dottor Alessandro Cafarotti che affronta le tematiche più importanti del settore e chiarirà i vostri dubbi. In questo articolo si parla dell'allattamento al seno. Per inoltrare le vostre domande potere scrivere studiopediatricocafarotti@gmail.com OPPURE redazione@ilclandestinogiornale.it con oggetto “L’angolo del Pediatra”

1285
Young mother breastfeeding her newborn baby

Questa settimana ho deciso di utilizzare questa rubrica per fornire alcuni consigli pratici sull’allattamento materno. Durante questi giorni, ho ricevuto diverse mail da alcune neomamme che mi chiedevano informazioni su questo argomento. Buona lettura.
Allattare al seno è, prima di tutto, un gesto d’amore. È il modo più naturale per continuare quel rapporto speciale e unico che si è creato tra te e tuo figlio, durante la gravidanza. È un momento ricco di emozioni, che crea un legame intenso aiutando te e il tuo piccolo a conoscervi e a crescere. Il tuo latte è il migliore alimento per il tuo bambino: lo nutre in modo completo e lo protegge da molte malattie e infezioni. Il latte materno contiene anticorpi che combattono enteriti, otiti, infezioni respiratorie e urinarie – tutte infezioni che sono più frequenti nei bambini alimentati con latte artificiale. Il latte materno è pratico, semplice, in una parola: perfetto. La maggior parte dei bambini, infatti, non ha bisogno di altri alimenti o bevande fino a sei mesi compiuti. L’allattamento al seno aiuta il piccolo a crescere e svilupparsi nel modo migliore, e mantiene i suoi vantaggi anche nel tempo.

ALLATTAMENTO AL SENO: UNICO E SPECIALE
VANTAGGI PER IL BAMBINO:
• Contribuisce ad una migliore conformazione della bocca
• Protegge contro le infezioni respiratorie e l’asma
• Protegge contro le otiti
• Protegge contro la diarrea
• Riduce il rischio di diabete
VANTAGGI PER LA MAMMA:
•Aiuta a perdere il peso accumulato durante la gravidanza
• Riduce il rischio di sviluppare osteoporosi
• Previene alcune forme di tumore al seno e all’ovaio
• È gratuito
• È pratico
CONSIGLI PRATICI
LA POSIZIONE DELLA MAMMA
Prima di tutto è importante trovare una posizione comoda. Se sei seduta, assicurati che: • la schiena sia diritta e ben sostenuta • i piedi siano ben appoggiati, magari sopra uno sgabello • siano disponibili dei cuscini, utili per sostenere la tua schiena e le braccia o per tenere il bambino all’altezza del tuo seno. È utile allattare sdraiata: • dopo un taglio cesareo • nei primi giorni successivi al parto
• tutte le volte che ti senti particolarmente stanca. Quella sdraiata è la posizione più comoda anche nelle ore notturne, perché puoi riposare mentre il tuo bambino poppa. Distenditi sul letto e mettiti comoda sul fianco, con un cuscino sotto la testa e la spalla. Possono essere d’aiuto un cuscino dietro la schiena e un altro tra le gambe. Quando il tuo piccolo avrà imparato a poppare bene, sarai capace di allattarlo ovunque,senza bisogno di cuscini.
IL MOMENTO DELLA POPPATA COME ATTACCARE IL BAMBINO AL SENO
Controlla che il piccolo si attacchi al seno correttamente, altrimenti potrebbe non essere in grado di poppare bene e i capezzoli potrebbero farti male. Tieni il bambino con il naso o con il labbro superiore proprio di fronte al capezzolo. Aspetta che spalanchi la bocca: per incoraggiarlo puoi sfiorare le sue labbra col capezzolo. Poi, rapidamente, avvicinalo al seno cosi` che il suo labbro inferiore tocchi il seno, il più lontano possibile dalla base del capezzolo. In questo modo il capezzolo punterà verso il palato del bambino. Così può poppare bene e senza che tu senta male!
CRESCERE INSIEME
L’allattamento non impedisce a te e al tuo bambino di uscire di casa e godervi la vita. È possibile allattare quasi ovunque. Se indossi vesti piuttosto ampie puoi allattare senza temere di mostrare il seno. All’inizio potresti sentirti un pò a disagio, ma presto diventerai più sicura. La maggior parte delle persone non si accorgerà neppure che stai allattando. Prova a esercitarti in casa di fronte allo specchio. Se vuoi uscire senza il tuo bambino o tornare al lavoro, puoi continuare tranquillamente ad allattare. Puoi spremere il latte e lasciarlo pronto per la poppata. Più avanti troverai alcuni consigli su questo argomento. Il latte materno da solo offre tutti gli alimenti e i liquidi di cui un bambino ha bisogno nei primi sei mesi. Molte mamme allattano al seno anche piu` a lungo, fino al secondo anno e oltre. In ogni caso, non tentare di introdurre cibi solidi prima che tuo figlio sia pronto e chiedi sempre un consiglio al pediatra. Allattare al seno offrirà benefici a te e al tuo bambino per tutto il tempo che vorrai continuare. Ricorda che per la crescita di tuo figlio il latte rimane un alimento fondamentale.
MAMMA NON FARE “DIETE SPECIALI” DURANTE L’ALLATTAMENTO: semplicemente, seguendo i tuoi gusti, mantieni una dieta equilibrata che ti faccia sentire di stare bene. Non è necessario escludere a priori cibi particolari. Ricorda che alla nascita il tuo bambino conosce già gli odori e i sapori di ciò che eri abituata a mangiare nell’ultimo trimestre di gravidanza, ed è importante per lui riprendere quelle abitudini.
per informazioni:
www.salute.gov.it
Consigli alle mamme sull’allattamento al seno. Mamma che latte!. Ministero della Salute.

Dottor Alessandro Cafarotti, specializzato in Pediatria e diploma nazionale SIUMB in ecografia pediatrica.
Studio pediatrico Cafarotti,via Flora 9
00042 Anzio tel.  331 974 4331

Per inoltrare le vostre domande potete scrivere agli indirizzi: studiopediatricocafarotti@gmail.com OPPURE redazione@ilclandestinogiornale.it con oggetto “L’angolo del Pediatra”