Home Sport Coppa Italia Dilettanti: lo scontro tra Anzio-Luiss finisce 2-3

Coppa Italia Dilettanti: lo scontro tra Anzio-Luiss finisce 2-3

74

Prosegue la maledizione di coppa per l’Anzio, eliminato anche questa volta al primo turno. Stavolta a gioire è la Luiss, che sbanca il ‘Bruschini’ grazie ad un contestatissimo rigore in pieno recupero realizzato da De Vincenzi.
LA PARTITA – Mister Guida, orfano dell’infortunato Scibilia, propone Giordani e De Falco ai lati di Laghigna, con D’Amato nell’insolito ruolo di difensore. La Luiss di Ledesma risponde con il 4-3-3, con Biraschi riferimento centrale ma l’avvio di gara è tutto di marca neroniana e la rete del vantaggio arriva già al 12’: Giordani guadagna il fondo a sinistra e crossa al centro per Ippoliti, che calcia al volo col mancino e infila l’angolino basso. Al 18’ ancora Giordani protagonista con un traversone d’esterno per De Falco, il cui destro termina a lato. La reazione degli ospiti arriva al 21’, con De Vincenzi che viene atterrato in area, quasi sulla linea di fondo, da Marino. L’arbitro indica il dischetto e lo stesso De Vincenzi trasforma spiazzando Trombetta. Al 37’ è l’Anzio a reclamare un rigore per un contrasto ai limiti del regolamento di Maestrelli su Laghigna, pronto a calciare col sinistro appena dentro l’area. L’ultima emozione del primo tempo la regala Giordani, che gira di testa una punizione di Martinelli e colpisce in pieno il palo con Borrelli ormai battuto. In avvio di ripresa l’Anzio colleziona subito due palle gol con De Falco, che tira a lato da buona posizione e Giordani, che non arriva sul cross di Ippoliti per una questione di centimetri. Allo scoccare dell’ora di gioco arriva l’inatteso vantaggio ospite, con De Vincenzi che ruba palla a Martinelli in uscita dalla difesa e serve Biraschi. Il numero 9 capitolino trova l’incrocio dei pali col destro da fuori area. L’Anzio prova a rientrare in gioco con il colpo di testa di De Falco, di poco a lato, ma rischia anche di capitolare all’80’, quando De Vincenzi si invola verso la porta ma si fa ipnotizzare da Trombetta. L’arrembaggio finale produce il gol del pareggio al novantesimo: Poltronetti, rimasto in avanti dopo una punizione, crossa sul secondo palo per Laghigna, anticipato col braccio da Manoni. Il bomber neroniano non sbaglia dal dischetto e subito dopo la formazione di casa ha la palla del possibile sorpasso con Scruci, che di testa sfiora il palo sugli sviluppi di un corner giocato corto su Lommi. All’ultimo minuto di recupero arriva la beffa per l’Anzio: De Vincenzi scatta sul filo del fuorigioco e si allunga la palla, Trombetta lo anticipa in uscita ma sullo slancio l’attaccante romano cade a terra e per l’arbitro è ancora rigore. Dal dischetto, De Vincenzi non sbaglia. L’Anzio protesta, la Luiss si qualifica.
ANZIO-LUISS             2-3
MARCATORI: 12’pt Ippoliti (A), 21’pt rig. De Vincenzi (L), 15’st Biraschi (L), 44’st rig. Laghigna (A), 49’st rig. De Vincenzi (L)
ANZIO (3-4-3): Trombetta; Poltronetti, Martinelli, D’Amato; Ippoliti (38’st Scruci), Battaglia, Marino (24’st Murasso), Zaccaria (28’st Florio); Giordani (18’st Lommi), Laghigna, De Falco (30’st Busti). A disp. Rizzaro, Di Magno, Garbini, La Monaca. All. Guida
LUISS (4-3-3): Borrelli; Carbone (12’st Roscioli), Manoni, Salustri (40’st Palazzolo), Cinti; Maestrelli (21’st Vacca), Le Rose, Greco; Vilmercati, Biraschi, De Vincenzi. A disp. Poli, Bruno, Oliviero, Autorino, Andreoni, Agostino. All. Ledesma
ARBITRO: Dell’Aversana di Latina
ASSISTENTI: Caputo di Ciampino – Conti di Roma 2
NOTE – Ammoniti: Salustri, Borrelli, Busti. Angoli: 4-4. Recupero: 2’pt, 7’st