Home Cronaca Anzio, emanata un’ordinanza sindacale per il contrasto alla prostituzione

Anzio, emanata un’ordinanza sindacale per il contrasto alla prostituzione

Per la violazione dell' ordinanza è stabilito l’importo del pagamento, in misura ridotta, nella somma di € 300,00. Vietato anche chiedere informazioni ai soggetti dediti alla prostituzione

1906

E’ stata emanata dal primo cittadino di Anzio, Candido De Angelis, una ordinanza sindacale per cercare di contrastare il fenomeno della prostituzione sulle strade del territorio. Nelle specifico è fatto divieto “A chiunque in tutto il territorio comunale, di contattare soggetti dediti alla prostituzione ovvero concordare con gli stessi prestazioni sessuali a pagamento, oppure intrattenersi, anche solo per chiedere informazioni, con soggetti che esercitano l’attività di meretricio, comportamenti che manifestino comunque l’intenzione di esercitare l’attività consistente in prestazioni sessuali. Se l’interessato – prosegue l’ordinanza – è a bordo di un veicolo la violazione si concretizza anche con la semplice fermata al fine di contattare il soggetto dedito al meretricio. Consentire la salita sul proprio veicolo di uno o più soggetti come sopra identificati costituisce conferma palese dell’avvenuta violazione alla presente ordinanza”. Per la violazione dell’ ordinanza è stabilito l’importo del pagamento, in misura ridotta, nella somma di € 300,00.