Home Politica La Senatrice Pacifico: “Il ruolo delle donne nella Chiesa è strutturale”

La Senatrice Pacifico: “Il ruolo delle donne nella Chiesa è strutturale”

73

Il tema della violenza sulle donne, della crisi etica e culturale che riguarda le relazioni tra uomo e donna, in relazione al femminicidio di Bologna, ha portato Micromega (www.micromega.net) a prendere una posizione critica nei confronti del cardinale Matteo Zuppi, arcivescovo di Bologna e presidente della Conferenza episcopale italiana.
“Micromega chiede al Cardinal Zuppi e alla Chiesa di ‘mettere in discussione la profonda misoginia che la caratterizza’ – dice la Senatrice Marinella Pacifico, candidata al Senato della Repubblica Italiana nella Lista di Noi Moderati nel collegio Lazio2 – ma a fronte delle parole di buon senso del Cardinale, che invita ‘a ritrovare il vero significato del legame uomo-donna, fatto di reciprocità, dono di sé, progettualità condivisa, mutuo sostegno, rispetto. L’amore è vita e non può mai diventare violenza, persecuzione e morte’ Micromega parla di ruolo subalterno delle donneai margini, docili servitrici di autorità sempre maschili”. Una visione che non posso condividere. Tutte le donne che rappresentano e hanno rappresentato la Chiesa, da Maria a Madre Teresa di Calcutta fino a Maria Maddalena e Giovanna D’Arco mi fanno pensare che il ruolo femminile non è secondario ma strutturale. La chiesa cattolica è l’istituzione che più di ogni altra ha preservato la presenza, la storia e la memoria delle donne, Sante e non solo, simboli di episodi di grande valore umano, personale, morale, pilastro della famiglia. Anche Papa Francesco ha fatto passi enormi per dare voce e spessore al ruolo delle donne nella Chiesa, aprendo ufficialmente alle donne nella liturgia. E non può passare inosservata la nomina di Suor Nathalie Becquart a sottosegretaria del Sinodo dei Vescovi, istituzione permanente che ha il compito di consigliare il Papa nel Governo della Chiesa. Sarà la prima donna ad avere diritto di voto nel Sinodo. Certamente molto si può fare per migliorare ancora ma in un percorso sociale e culturale per arrivare a ridisegnare il rapporto tra i sessi, per sconfiggere violenza e maschilismo, quella della Chiesa è una voce di primo piano che senza infingimenti prende posizione, come ha fatto il Cardinal Zuppi, centrando il nodo della questione: l’amore non è mai violenza, ma rispetto reciproco e un progetto di vita condiviso”.
Marinella Pacifico
Senatrice della Repubblica
Gruppo Misto – Coordinatrice
di Coraggio Italia
al Senato e nel Lazio