Home Cultura e Spettacolo L’Ereide di Antognarelli conquista il pubblico al Vallo Volsco di Anzio

L’Ereide di Antognarelli conquista il pubblico al Vallo Volsco di Anzio

277

(Riceviamo e pubblichiamo)
Ancora una volta il Gruppo dei Poeti Estinti non ha deluso il suo pubblico. In scaletta c’era l’Ereide di Giacomo Antognarelli, una rivisitazione in vernacolo romanesco dell’Eneide di Virgilio che l’autore ha saputo mirabilmente trasporre in un alternarsi di rime dalla perfetta metrica recitata con maestria da Maurizio Stasi, Roberta Collu e Vincenzo D’Annibale. L’appuntamento era in quello scenario fantastico del Vallo Volsco di Anzio; pubblico numeroso, addirittura superiore alle aspettative, dato che si sono dovute aggiungere, all’ultimo momento, altre sedie per consentirne l’agevole presenza. Pubblico attento che ha potuto cogliere tutte le battute e le sfumature recitative che caratterizzavano l’opera dell’Antognarelli e che sono state sottolineate da ripetuti applausi e momenti di risa.
Graditissimo l’intervento dell’assessore alla cultura e spettacolo Camilla Ludovisi che ha rivolto parole di elogio all’autore ed ai recitanti, in una veste amichevole, molto apprezzata da tutti i presenti.
Un successo che corolla una serie di manifestazioni di questo Gruppo che ha saputo affrontare, quest’anno, tematiche ostiche ed impegnative, come abbiamo potuto assistere nella recita de “Il Volto di Cristo nei Vangeli Apocrifi” di Maurizio Stasi, quanto facetue (ma poi mica tanto) della performence che lo stesso Gruppo ha tenuto al Forte Sangallo in cui sono stati letti i brani “Pregiudizio e Buonsenso” di Annamaria Ricci (di carattere più filosofico che altro) e “Buio” di Annamaria Barone (che trattava della lapidazione di una donna da parte dei talebani); sino ad arrivare alla presente Ereide di carattere scansonatorio.
Un gruppo che nel suo interno raccoglie quanto di meglio è presente in questo nostro territorio e che meriterebbe una maggiore attenzione da parte delle autorità competenti. Marzia Ossiuti