Home Primo Piano Ad Anzio il secondo Trial Motonautico, dal 26 al 28 marzo...

Ad Anzio il secondo Trial Motonautico, dal 26 al 28 marzo gare e prove

Voglia di ripartire, questo è l’obiettivo del secondo trial Motonautico, programmato per l’ultimo week end del mese di marzo,

135

Voglia di ripartire, questo è l’obiettivo del secondo trial Motonautico, programmato per l’ultimo week end del mese di marzo, da realizzarsi nel rispetto delle normative in materia Covid.
Presso il Centro Federale di Anzio, sotto l’egida della Federazione Italiana Motonautica, con il supporto tecnico organizzativo dell’associazionismo del territorio laziale, si terranno tre giornate di intensa attività, con sessioni di allenamento e prove cronometrate, propedeutiche visto l’approssimarsi del prossimo Campionato Italiano, che prenderà il via il 16 di aprile.
L’iniziativa che prevede la partecipazione anche di atleti di interesse nazionale, oltre a rappresentare un valido test per valutare lo stato di forma raggiunto, consentirà a nuovi giovani atleti che vi prenderanno parte, di indirizzarli a livello agonistico, nella specialità motonautica a loro più idonea.
TRE LE DISCIPLINE DEL SETTORE GIOVANILE PROTAGONISTE NELLO SPECCHIO D’ACQUA  ALLESTITO  PER L’OCCASIONE
Moto d’Acqua – Circuito Formula Elite – Gommoni Formula Future
Tre giorni di test propedeutici sul litorale laziale attraverso una serie di prove, su percorsi con difficoltà naturali di ogni genere.
Prende così il via la nuova stagione sportiva 2021, che ancora fa fatica a ripartire e si deve muovere nel rispetto delle normative e dei DPCM  che ormai da un anno segnano e continuano a segnare la vita di tutti quanti.
Voglia di sport, voglia di motonautica, questo è l’obiettivo del Trial, che dopo il lungo stop forzato anche dalla stagione invernale, cerca la strada giusta per mantenere vivo l’interesse dei giovani atleti, non perderli nella pigrizia perché l’ulteriore incremento dell’abbandono continua a perseguitare lo sport a tutti i livelli.
Il format che utilizzeremo ricalcherà quello utilizzato nell’ edizione di dicembre 2020, format che ci ha dato modo di constatare che i giovani atleti professionisti e non, non hanno perso la voglia di allenarsi, di confrontarsi spingendosi sempre di più con un preciso fine: quello di “alzare l’asticella”.
La moto d’acqua considerata una delle più significative, attraenti e divertenti attività della motonautica in tutto il mondo, la farà ancora una volta da leone in questo “ 2°Trial Motonautico”. Infatti e nota di merito il Lazio è tra le Regioni Italiane quella che annovera, nel settore giovanile, il maggior numero di atleti a livello Nazionale. In costante espansione in questa disciplina la forza fisica e la grinta del pilota, sempre espresse nel rispetto dell’avversario, dominano e guidano il mezzo.
La necessità di reclutare, fidelizzare e far crescere nuovi atleti è da sempre la mission più importante di qualsiasi Federazione Sportiva. Ecco perché una iniziativa di questo genere, soprattutto in un paese come il nostro che annovera oltre settemila chilometri di coste, rappresenta un progetto atto a valorizzare le nostre risorse e dal forte valore aggregativo.
Ed è così che, sul successo del primo Trial Motonautico, nasce l’idea di dar seguito a questo progetto con la realizzazione della seconda edizione.
Attività sportiva e divertimento allo stato puro nel rispetto dell’ambiente e in totale sicurezza in prospettiva di un 2021 migliore e ricchissimo di eventi nazionali e internazionali, allargando ancora di più le frontiere di questa disciplina, cercando nuovi stimoli, nuove energie e nuovi giovani talenti.
Gli aspetti organizzativi e logistici, seppur in apparenza di facile risoluzione, rendono necessario l’allestimento, proprio in considerazione  dell’attuale stato di emergenza COVID 19, di un’area che consenta di poter svolgere tutti gli  aspetti burocratici ordinari, come quando ci si iscrive ad una gara di campionato oltre ad assolvere quelli legati al rispetto dell’attuale Dpcm (rilevamento temperatura, compilazione moduli Covid etc.). Per limitare al massimo qualsiasi tipo di assembramento  e contatto particolarmente utile  sarà la presenza di un motorhome, dotato di lavagna, stampante, fotocopiatrice, computer, monitor tv per l’esposizione dei tempi, materiale informativo/didattico  e una serie di gazebo.
All’interno del motorhome, sufficientemente spazioso, sarà ospitato il nostro addetto stampa. Alla sessione di allenamento prenderanno parte atleti di interesse nazionale, nella Categoria 12-14 anni e  in quella 15-18 anni. In via sperimentale prenderanno parte alla sessione di allenamento, in base alle nuove direttive Coni, anche ragazzi di età inferiore ai 12 anni. Questo darà loro modo di avere un serio termine di confronto con i più grandi, a livello di tecnica di guida e prestazioni sul percorso gara. La presenza  tecnici federali, esperti nelle varie discipline del settore giovanile, moto d’acqua, circuito e gommoni,  rappresenterà per tutti i partecipanti un valore aggiunto per migliorarsi. Attraverso supporti video che saranno realizzati per l’occasione da una troupe televisiva,  sarà possibile visionare nei dettagli le singole sessioni di allenamento suddivise per disciplina, in modo da fornire agli atleti un termine di confronto per migliorare le loro prestazioni. La formula degli allenamenti sarà differenziata tra il sabato e la domenica per contenuti e tipologia di percorsi, questo contribuirà a suscitare un maggiore interesse negli atleti che potranno testare le loro capacità sia sulle virate molto strette (slalom parallelo) che sul circuito a 14 boe. Nella giornata di sabato i rilevamenti cronometrici saranno possibili grazie alla presenza ufficiale del personale della Federazione Italiana Cronometristi. Inoltre, per garantire la sicurezza in acqua saranno presenti una serie di mezzi tra i quali una moto d’acqua per il soccorso rapido e due gommoni con relativo personale. Un presidio medico presente a terra con un centro mobile  di rianimazione e relativo personale specializzato, garantirà la sicurezza degli atleti in caso di necessità.