Home Politica Ieri a Villa Sarsina il flash mob per Lina Giannino, la consigliera...

Ieri a Villa Sarsina il flash mob per Lina Giannino, la consigliera ringrazia

Ieri erano almeno 50 le persone presenti sotto Villa Sarsina ad Anzio, durante il consiglio comunale straordinario convocato dalla maggioranza, per partecipare

153

Ieri erano almeno 50 le persone presenti sotto Villa Sarsina ad Anzio, durante il consiglio comunale straordinario convocato dalla maggioranza, per partecipare al flash mobile organizzato da Giovanni Del Giaccio, candidato a Sindaco del Pd che si è dimesso consentendo proprio alla Giannino, prima dei non eletti, di sedere in consiglio comunale. Tra i sostenitori della Giannino, molti dei quali con il cartello “Siamo tutti Lina”. Ospite illustre della piazza il consigliere regionale del Pd Marta Bonafoni che ha voluto essere presente. Alle 12 circa la consigliera si è affacciata, ha salutato i presenti e c’è stato un lungo applauso. La consigliera ha ringraziato tutti con un post su Fb.
“Buongiorno – ha scritto Lina Giannino sulla sua pagina sociale – affacciarmi al balcone della sala consiliare di villa Sarsina e vedervi sotto tutti con il viso all’insu’ mi ha riempito il cuore di gioia. L’applauso che abbiamo fatto insieme era rivolto alla liberta’, alla democrazia, alla solidarietà. Una solidarietà vera, sincera senza ipocrisia, senza condizionamenti, senza rancori velati da falsi sorrisi. Sotto quel balcone oggi ci sono stati amici vecchi e nuovi. Persone che hanno dedicato un po’ del loro tempo prezioso per opporsi ad ogni tipo di violenza. Da una parte il Sinedrio che giudica, condanna e dall altra parte gente comune che manifesta trasmettendo calore, gioia, umanita’. Grazie a chi ha indetto questo flash mob. L’ora infausta ha vietato a molti amici di presenziare, ma mi hanno scritto di tenerli presenti con il cuore. È stato bello vedere i vostri sorrisi, la vostra gioia contrapporsi alla rabbia e alla ipocrisia di chi, si è sostituito a giudice e giuria. Io spero che questo sia solo il primo “raduno”, a cui ne seguiranno altri senza colore politico ma fatto di persone che vorranno far udire la propria voce. Lina Giannino”.