Home Politica Il consigliere Giannino: “Luminarie, il Sindaco è in campagna elettorale”

Il consigliere Giannino: “Luminarie, il Sindaco è in campagna elettorale”

"Apprendere dalla stampa che l'Amministrazione ha destinato 75000 euro per le luminarie provoca un certo fremito". Lo scrive in un comunicato il consigliere comunale

299

“Apprendere dalla stampa che l’Amministrazione ha destinato 75000 euro per le luminarie provoca un certo fremito”. Lo scrive in un comunicato il consigliere comunale del Pd di Anzio Lina Giannino.
“Ritrovarci un sindaco che cerca di curare la depressione infantile con luci e slitte colorate  ci fa riflettere…… E non poco. Il sindaco, continua a cavalcare l’onda del momento per continuare a stare in campagna elettorale. Per lui tutto è buono pur di attaccare governo e Regione, senza minimamente riflettere che, grazie a questo governo e grazie alla Regione Lazio, sono confluiti nel nostro Comune tantissimi contributi che hanno permesso ai cittadini di poter usufruire dei pacchi alimentari, dei tablet, degli affitti  non erogati. Il Sindaco, con la memoria corta cerca di screditare questi aiuti offendendo le scelte di governo addobbando una città in piena crisi economica, con lampadine colorate dal potere traumaturgo che faranno guadagnare soldi ai commercianti, faranno uscire dalla depressione i bimbi e illumineranno la via a Babbo Natale che atterrerà con la sua slitta. Apprezziamo la sua positivitàcaro Sindaco, ma potremmo trovare decine di altri modi più produttivi per spendere 75.000 euro. Forse dare dei buoni per giocattoli a bimbi un po’ più indietro economicamente li farebbe felici, forse far preparare dei pranzi ai ristoratori, (che verrebbero pagati) e farli portare nelle  case di anziani soli nella vigilia di Natale farebbe sentire questi speciali, forse invitare giovani da tutto il Lazio per far esporre loro prodotti artigianali fatti personalmente senza fargli pagare il suolo pubblico e l’energia elettrica (evitando i soliti intermediari) attiverebbe un po’ di economia, forse attivando corsi di ripetizione nelle scuole comunali durante le vacanze, per bimbi e ragazzi rimasti indietro per questa epidemia, aiuterebbe un po’ di più, sia le famiglie che qualche giovane insegnante. Organizzi con la società Capo d Anzio delle uscite in barca per adolescenti  gratis, impegni giovani talentuosi ad abbellire i quartieri più squallidi con Street art dando loro un rimborso spese. Come vede, caro Sindaco di modi per uscire dalla depressione c’è ne sono a iosa con 75.000 euro. Certo è più facile accendere luminarie e sputare veleno su altri. La sua specialità”.