Home Politica Anzio, Pollastrini M5s: “Chiusura locali, un’altra ordinanza raffazzonata”

Anzio, Pollastrini M5s: “Chiusura locali, un’altra ordinanza raffazzonata”

294

“Ennesima ordinanza pasticciata quella riferita alla chiusura dei locali di somministrazione bevande alle ore due, che mette insieme ingredienti diversi quali prevenzione Covid, sicurezza pubblica e emissioni acustiche. Pur condividendo le preoccupazionimdel Sindaco non possiamo fare a meno di notare che: Per il rischio Covid-19 da assembramenti non è certo lo sbarramento alle due che impedisce, specie ai giovanissimi, di ritrovarsi assembrati perché il contagio non è questione di orario.
Per l’aspetto sicururezza urbana la chiusura anticipata non serve se non è acconpagnata da un controllo capillare del territorio da parte delle Forze dell’ordine e visto che la Polizia Locale finisce il turno estivo entro la mezzanottte e le forze di Polizia di Stato che pattugliano il litorale sono limitate, le notti in città restano insicure. È necessario quindi implementare il Corpo di Polizia Locale con nuove assunzioni.
Infine le emissioni sonore dai locali: dopo la mezzanotte la musica deve essere “di sottofondo” e non “percepibile” all’esterno… semplicemente ridicolo.
Vorremmo che il Sindaco ci spiegasse qual e’ la misurazione tecnica univoca di “non percepibile” e “sottofondo”.
Una trovata improvvisata figlia dall’assenza di un regolamento acustico e di un piano di zonizzazione acustica, che nonostante fosse nel programma elettorale del Sindaco, non ha mai visto la luce perché come ammesso in consiglio comunale dal vicesindaco, è difficile fare il punto zero. Difficile per non scontentare qualche elettore? In questo modo non solo non si impongono obblighi ma non si tutelano neanche i locali dove c’è musica, lasciandoli in balia di litigi coi cittadini e contenziosi. Questa è solo l’ultima di una serie di ordinanze raffazzonate, tipo quella dell’orario di chiusura dei locali slot, caduta subito sotto i colpi del TAR, o quella del Plastic Free scritta malissimo (a proposito è ancora valida?). Il M5S di Anzio chiede da due anni il Regolamento acustico e il piano di zonizzazione acustica, il resto sono toppe sul buco”. Così in una nota stampa Rita Pollastrini capogruppo M5S Anzio.