Home Politica Degrado alle Grotte di Nerone, il Pd contro l’Amministrazione

Degrado alle Grotte di Nerone, il Pd contro l’Amministrazione

469

E’ un duro attacco quello sferrato dal Partito democratico di Anzio nei confronti dell’Amministrazione comunale neroniana guidata da Luciano Bruschini. L’argomento è il degrado alle Grotte di Nerone che ha suscitato l’interesse anche delle testate nazionali.

“La città di Anzio – scrivono in un comunicato dal Pd di Anzio – dopo il servizio de La7 del 26 agosto 2015, ritorna bruscamente e malamente sulle tv nazionali con un servizio realizzato dal TG 1 in data 04 luglio 2016 che segue di 24 ore l’articolo pubblicato dal Corriere della Sera sullo stato di degrado ed incuria in cui versano i resti della Villa Imperiale e dell’attigua spiaggia libera delle Grotte di Nerone. Il Partito Democratico esprime tutto lo sdegno nei confronti di questa Amministrazione Comunale di Centrodestra e ne chiede, ancora una volta, le immediate dimissioni oltre all’individuazione di eventuali responsabilità anche tra i Dirigenti Comunali: quel sito è e potrebbe essere ancor di più il fiore all’occhiello della nostra Anzio ed invece, puntuale ad ogni estate (e non solo), si continua ad assistere a scene e scenari indecorosi per una città a vocazione turistica come la nostra”.

A seguire il plauso al Comitato Tutela della Villa e delle Grotte di Nerone e sul progetto di valorizzazione del sito ancora in stallo. “Ricordiamo che l’area in oggetto – dicono ancora dal Pd di Anzio –  anche e sopratutto grazie alla recente opera svolta in questi anni dal Comitato per la tutela e valorizzazione delle Grotte di Nerone e per l’istituzione del Parco Archeologico Marino della Villa Imperiale oltre ai cittadini che vario titolo si sono negli anni impegnati per la Villa, è stata oggetto sia di un Ordine del Giorno votato all’unanimità in Consiglio Comunale il 27 settembre 2013 sia della Delibera di Giunta del 29 maggio 2015 che prevedeva lo stanziamento di € 35000 nel bilancio di previsione 2015 alfine di supportare le idee ed il progetto presentato al FAI forte di 6183 firme di cittadini anziati e non: tutti impegni presi che questa Amministrazione ha puntualmente disatteso. Il Partito Democratico – concludono –  non può esimersi dallo stigmatizzare sia le dichiarazioni fatte dall’Assessore Patrizio Placidi, praticamente un “quasi copia incolla” con quelle successive al servizio de La7, sia le affermazioni rilasciate dal Consigliere Comunale Danilo Fontana in merito “a panni sporchi da lavare in casa”: i cittadini di Anzio sono stanchi di essere presi in giro e di ricevere continui messaggi subliminali da esponenti del Centrodestra locale”.