Home Sport Baseball Gruppo interessato all’Anzio Baseball. Millaci: “Interesse reale”, Monaco: “Eventualità, ma nulla di...

Gruppo interessato all’Anzio Baseball. Millaci: “Interesse reale”, Monaco: “Eventualità, ma nulla di concreto”

712

Il futuro dell’Anzio Baseball è ad un bivio. Un gruppo di imprenditori e personaggi locali, infatti, sembra essere pronto a rilevare il club con l’obiettivo di far crescere la società portando con sé un progetto sia per la prima squadra che per le giovanili. Al momento la prima squadra milita nel campionato di Serie A Federale, mentre per le giovanili non ci sono attività. La società anziate da anni ormai porta avanti la prima squadra grazie alla stretta collaborazione del Nettuno2 con la quale vi è un fitto scambio di prestiti, soprattutto  di nuovi prospetti, per fare un campionato praticamente a costo zero viste le ristrettezze economiche dovute alla carenza di investitori e sponsor.

Con questa nuova cordata il vento potrebbe cambiare, come spiega anche il delegato allo sport Massimiliano Millaci che ammette la presenza di questo gruppo intenzionato ad acquisire la società anziate

“E’ vero, alcuni imprenditori si sono uniti e si sono fatti avanti per rilevare l’Anzio Baseball – ha dichiarato Millaci – con l’obiettivo di far crescere il movimento sia a livello di Prima Squadra che di giovanili. Un doveroso grazie va a chi ha lavorato fino ad ora mettendoci impegno e fatica, ma se si fa avanti una nuova società con un progetto ambizioso che può far crescere ancora di più il movimento del baseball ad Anzio è giusto che si prenda in considerazione”.

Più riservato l’attuale presidente dell’Anzio Baseball Roberto Monaco che sull’argomento non si è voluto sbilanciare più di tanto in questa fase molto preliminare delle trattative. “In questo momento non c’è notizia del rilevamento della società – ha detto Monaco – ma è un’eventualità che può accadere e non è da escludere. C’è la volontà di passare la mano a qualcuno che possa portare forza fresca al movimento, ma adesso come adesso non c’è niente di concreto”.