Home Sport Volley maschile e femminile, tutti i risultati del fine settimana ad Anzio

Volley maschile e femminile, tutti i risultati del fine settimana ad Anzio

62
Pizzamore Onda – Fenice 1-3 (25-16, 20-25, 12-25, 19-25)
Il solito cuore, l’immancabile grinta e a tratti anche tanta qualità non sono bastate alla Pizzamore Onda per arrestare la rincorsa della Fenice alla vetta della classifica del girone B di Serie C, ma lasciano in dote alla formazione neroniana la consapevolezza di poter dare filo da torcere a tutti: al Pala Quattro Casette finisce 1-3 (25-16, 20-25, 12-25, 19-25) al termine di una prestazione gagliarda, inaugurata con un primo set da incorniciare e portato a casa senza problemi grazie a un feroce approccio all’incontro. A partire dal secondo parziale è inevitabilmente emersa la qualità della formazione ospite, seconda in classifica non a caso, ma la squadra allenata da Lorenzo De Gregoriis ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per uscire con il bottino pieno dalla ViviGas Arena. “Si poteva anche strappare un punticino, ma oggettivamente era difficile fare di più contro una corazzata di questo valore – riconosce mister Davide Garzi – Primo set dominato, abbiamo fatto tutto quello che dovevamo. Logicamente nel corso del match la qualità della Fenice è emersa, parliamo di una squadra molto forte soprattutto a muro e in palleggio. Noi non possiamo permetterci di calare in battuta e ricezione, ma non è facile mantenere una performance costante di alto livello per tutta la gara quando le avversarie non te lo consentono. Nel quarto set ce la siamo giocata punto a punto fino a tre quarti di parziale, poi è emerso quel qualcosa in più che caratterizza le grandi squadre. Ci teniamo comunque una prestazione di ottimo livello”. “Abbiamo disputato una bella partita – aggiunge il martello Elettra Mannironi – ma vanno riconosciute le qualità delle avversarie. Andiamo avanti fiduciose, pensando subito alla prossima”. Sabato 25 gennaio si arriva al giro di boa, con l’ultima del girone di andata in casa della Giovolley: “La partita di Aprilia, dove ci andremo a giocare una fetta importante dell’obiettivo salvezza contro una diretta concorrente, sarà fondamentale per valutare se la nostra prima metà di campionato sarà stata ottima, buona o sufficiente. Mantenere la categoria per il settimo anno consecutivo sarebbe una gran cosa”.
 
 
12° GIORNATA, IL PUNTO SULLA SERIE D

Serie D femminile: Onda Nettuno Life – APD Vigna Pia 0-3 (23-25, 19-23, 20-25)
Fragoroso tonfo interno per l’Onda Nettuno Life, che nella dodicesima giornata del campionato di Serie D subisce una pesante sconfitta casalinga per 0-3 (23-25, 19-23, 20-25) contro l’APD Vigna Pia, terz’ultima della classe alla vigilia dell’incontro. Un k.o. di proporzioni preoccupanti sia nel risultato che nella prestazione, che ha palesato evidenti problemi di approccio alla partita e grandi difficoltà nel gestire i momenti delicati della gara. Il margine sulla zona calda della classifica si assottiglia pericolosamente, ma non è questo il principale tormento di mister Gianluca Rotelli nel giudicare, senza accampare scuse, la prestazione della sua squadra al termine del match: “Indipendentemente dalla classifica – è l’amara analisi del tecnico neroniano – noi dobbiamo tornare a giocare bene e a combattere dal primo all’ultimo punto. In questo momento non riusciamo a farlo e devo capire quanto prima il perché. Manca la fame di vincere e senza di quella non si va da nessuna parte”.
Serie D maschile: Anzio Pallavolo – Step App Icaro 0-3 (17-25, 22-15, 11-25)
Ancora una sconfitta per l’Anzio Pallavolo, che esce dalla sfida della ViviGas Arena contro Icaro con uno 0-3 (17-25, 22-15, 11-25) pesante da digerire. Risultato a parte, non è tutto da buttare per il giovane gruppo guidato da Emanuele Esposito contro una delle protagoniste del girone B, proiettata nei piani alti della classifica in piena zona playoff. “Nei primi due set la partita è stata molto combattuta – spiega il coach biancazzurro – I ragazzi hanno offerto una prestazione viva e giocato su un livello che raramente si era visto quest’anno, considerando anche la caratura dell’avversario. Ottima la prestazione in fase di attacco, coadiuvata da una buona distribuzione di Riggio; da segnalare anche quella del quattordicenne Marco Zarrella, che se la sta cavando in una categoria impegnativa come la Serie D. Purtroppo di fronte avevamo una squadra esperta che ha difeso molto bene, stavolta posso rimproverare poco ai miei ragazzi. Non perdiamo la speranza, c’è ancora l’ultima d’andata e tutto il girone di ritorno per provare a invertire la rotta”.