Home Primo Piano Baseball, al via il World Tournament Boys. Ieri grande cerimonia di apertura

Baseball, al via il World Tournament Boys. Ieri grande cerimonia di apertura

235
Foto Claudia Esposito

Una grande cerimonia di apertura ha aperto ieri la 38esima edizione del World Tournament Boys presso il Forte Sangallo di Nettuno.

Tutte le squadre, tranne Corea e Germania giunte a Nettuno in serata, hanno sfilato nella corte del Forte Nettunese. Presente l’organizzatore e presidente del Lions Nettuno Alfonso Gualtieri che non è riuscito a trattenere l’emozione. “Sono felice di avere qui amici provenienti da tutto il mondo. Con tutti loro ho rapporto fraterno e ogni anno prepariamo il World Tournament boys. Due anni fa è nata la proposta di venire in Italia. La situazione qui a Nettuno non era ottimale perché eravamo sotto commissariamento e non vedevamo la luce. Ma senza pensarci un attimo ho detto “si” perché sapevo che la mia città non mi avrebbe abbandonato per organizzare un evento simile. Il Baseball è la cultura di questo Paese e tutti giorni vediamo i nostri ragazzi giocare sui campi della nostra città. Questa Amministrazione che si è appena insediata ha capito tutto e ha aperto veramente le porte del comune ed è una cosa che gli fa veramente onore. Questa mentalità mancava a Nettuno da parecchi anni.

A seguire ha preso la parola il Sindaco di Nettuno Alessandro Coppola. “E’ per me un onore e un piacere darvi il benvenuto nella nostra bellissima città – Settantacinque anni fa si fece la storia, non solo quella dell’Italia liberata, ma anche quella di uno sport: è il 1944 ed un paese lontano settemila chilometri, gli Stati Uniti, forse un po’ lontano dall’immaginario degli italiani e degli europei dell’epoca, con tradizioni, usi e costumi fortemente diversi, arrivò in Italia. Gli Americani sbarcarono in Normandia, in Sicilia ed ad Anzio e Nettuno, qui, in particolare, oltre alla libertà portano una cosa in più: il baseball. In poco tempo per i nettunesi diventò non solo uno sport ma una filosofia di vita. Oggi, ragazzi, voi siete qui nella nostra splendida Città, insieme ai coach ed agli accompagnatori, quale primo cittadino vi dò uno speciale BENVENUTO affinché il Torneo Worl Tournament Boys League sia un’occasione piacevole per stare insieme ad altri ragazzi, provenienti da paesi lontani che, come ognuno di voi condivide il piacere di praticare uno sport che qui, come da nessun’altra parte in Italia, è un elemento importante, è un collante dalla forza straordinaria per ogni società civile, in particolare il baseball per Nettuno, non rappresenta solo una passione o un puro divertimento, è anche lo strumento migliore per educare, formare, favorire l’integrazione e la solidarietà.  Qualsiasi sarà il risultato finale sono certo che regalerete alla Città di Nettuno autentiche emozioni. Benvenuti nella Città del Baseball”.

Presente anche l’assessore allo Sport e vicesindaco Alessandro Mauro che ha esordito riprendendo il discorso di Alfonso Gualtieri. “Non abbiamo aperto porte del Comune tanto per farlo – ha detto – ma perché è giusto e chi le ha chiuse in passato ha sbagliato. Dobbiamo rilanciare lo sport a Nettuno e noi daremo come Amministrazione il massimo supporto a tutte le società di Nettuno. Il baseball per noi nettunesi è molto più di uno Sport. Il baseball per noi significa libertà, quella conquistata con lo Sbarco Alleato sulle nostre coste e quella rappresentata, per i bambini dell’epoca, da quei soldati americani che nei brevi momenti di svago in attesa di avanzare per Roma, posavano i fucili e impugnavano una mazza iniziando a giocare sulle nostre spiagge per la gioia di chi li guardava e che fino a quel momento aveva vissuto solo gli orrori e la disperazione della Guerra e dei bombardamenti. Da quel momento il baseball non ci ha più lasciato e come Amministrazione comunale non possiamo che accogliere con entusiasmo eventi come il World Tournament Boys League che rappresentano l’essenza del Gioco e si sposano perfettamente con lo spirito dei nettunesi. E’ con orgoglio che la nostra città accoglie questi giovani atleti provenienti da ogni parte del Mondo per questo grande evento internazionale che siamo onorati di ospitare nuovamente a dieci anni di distanza. Faccio i miei più grandi auguri a tutte le squadre partecipanti e che vinca il migliore. Nettuno e il baseball hanno già vinto”.

Foto Claudia Esposito

Oggi, intanto, scatta ufficialmente il torneo. Al via le partite del Round Robin che si prospetta di altissimo livello con subito scontri tra big come quello tra Giappone e Korea. Subito quindi la possibilità di rivincita per i Samurai Japan che furono sconfitti dalla Korea nella finalissima del WTB dello scorso anno in Australia.
Giappone e Korea aprono il girone B, mentre nel girone A la partita d’apertura alle ore vede l’Italia affrontare gli americani di Fresno. A seguire, per il girone A, alle 11,45 Australia-Italia Nord, alle 14,30 Messico-Alameda e alle 17,30 Alameda -Italia Nord.
Nel Girone B alle 11,45 Italia Sud-Germania, alle 14,30 SanDiego-EuroStars e alle 17,30 Germania-Giappone