Home Sport Volley Anzio maschile e femminile, ecco tutti i risultati del weekend

Volley Anzio maschile e femminile, ecco tutti i risultati del weekend

L’Antica Braceria Anzio interrompe proprio sul più bello la sua strepitosa striscia di 10 vittorie consecutive in campionato (11, considerando anche la Coppa Lazio)

27
SERIE C MASCHILE, L’ANTICA BRACERIA CADE A GENZANO DOPO 10 VITTORIE

ASD Volley School Genzano – Antica Braceria Anzio 3-1 (20-25, 25-18, 25-13, 25-16)

L’Antica Braceria Anzio interrompe proprio sul più bello la sua strepitosa striscia di 10 vittorie consecutive in campionato (11, considerando anche la Coppa Lazio) rimediando una doppia sconfitta nella settimana più nera degli ultimi mesi. Dopo l’eliminazione in Coppa per mano del Zagarolo, infatti, è arrivato un k.o. per 3-1 (20-25, 25-18, 25-13, 25-16) anche nello scontro diretto in casa del Genzano che, nonostante il cammino pressoché perfetto intrapreso da novembre, certifica con ogni probabilità l’addio ai sogni di promozione diretta: sono infatti 9 i punti potenziali che dividono la formazione di Mascetti dalla capolista, oggi a +6 ma con una partita in meno disputata. Eppure la partenza dei neroniani (privi, tra l’altro, dell’opposto brasiliano Ermeson, squalificato) era stata delle migliori, con l’illusoria affermazione nel primo parziale che sembrava indirizzare la sfida su tutt’altro binario. Al contrario, il ritardo di condizione ha fatto finire la benzina molto prima del previsto, come conferma il tecnico nel post gara: “Contro squadre di questo livello, se non si è al 100% della forma, è inevitabile andare in affanno. A questo discorso aggiungiamo poi i nostri gravi errori in fase di ricezione e la loro innegabile forza a muro, in attacco e in battuta: sbagliano pochissimo e sono quadrati, non a caso non hanno mai perso in casa. Peccato perché abbiamo replicato lo stesso copione di Coppa, sia per andamento che per risultato. Oggettivamente ora le speranze di raggiungere la vetta si riducono al lumicino, ma dobbiamo continuare a lavorare per consolidare un secondo posto che ci consenta di presentarci ai playoff nelle migliori condizioni possibili”.

SERIE C FEMMINILE, L’ONDA VOLLEY NON FALLISCE L’OCCASIONE

ASD Roma 86 – Onda Volley Estate 1-3 (15-25, 25-18, 23-25, 16-25)

Vittoria a tutti costi doveva essere e vittoria è stata, per l’Onda Volley, nella diciannovesima giornata del campionato regionale di Serie C. Contro la penultima della classe, l’ASD Roma 86, la formazione di Davide Garzi sfrutta appieno il turno sulla carta favorevole e torna dalla Capitale con un netto 1-3 (15-25, 25-18, 23-25, 16-25) che le consente di allungare a +5 il suo margine sulla zona retrocessione, peraltro escludendo le avversarie dalla lotta in modo pressoché definitivo. Soddisfatto l’allenatore al termine della gara: “Come prevedibile, è stata una partita complicata e dura – sottolinea Garzi –. Al di là del quarto set in cui abbiamo preso il largo, abbiamo dovuto soffrire e siamo state in grado di farlo, nonostante una formazione rimaneggiata che presentava molte atlete in condizioni fisiche precarie. Pur senza particolari acuti, in una partita tutt’altro che memorabile, abbiamo fatto quel che dovevamo: uscire dal campo con i tre punti”. Ottima la prova al centro di Valentina Garofolo, che con una serie di fast ha messo in crisi la difesa avversaria, e di Annalisa Greco, debuttante nel ruolo; ma, come al solito, da elogiare è la voglia di sacrificio e lo spirito di squadra di tutto il gruppo, che torna a casa con un risultato assolutamente fondamentale per la lotta alla salvezza.

SERIE D MASCHILE, NULLA DA FARE PER L’ANZIO A FERENTINO

Volley Ferentino – Anzio Pallavolo 3-0 (25-12, 25-18, 25-16)

Troppo Ferentino per l’Anzio: contro la capolista indiscussa del girone B, la formazione neroniana cede senza appello nella diciannovesima giornata del campionato di Serie D. Un 3-0 senza storie (25-12, 25-18, 25-16), come confessa l’allenatore dei biancazzurri Emanuele Esposito: “Sapevamo che sarebbe stato un incontro proibitivo sulla carta e in effetti non c’è stata partita – è l’onesta analisi del mister –. Faccio i complimenti agli avversari, che sono di un’altra categoria: non era certo questa la partita in cui sperare di tornare a casa con i tre punti. Dispiace però che i ragazzi siano entrati in campo emotivamente troppo contratti, proprio per la difficoltà dell’impegno avremmo dovuto affrontarlo con la testa più libera. Un altro rammarico è quello di non aver espresso il massimo del nostro potenziale, anche a causa di qualche assenza di troppo, a cui si è aggiunto l’infortunio di Nicoletti, seppur non grave, durante il riscaldamento”. Unica nota positiva, il rientro a pieno regime di capitan Maricchiolo, in campo per due set. L’imperativo adesso è rimboccarsi le maniche e pensare al Freemind, avversario contro cui all’andata l’Anzio centrò la prima vittoria in campionato.

SERIE D FEMMINILE, COLPACCIO DELL’ONDA IN TERRA CAPITOLINA

Antares Volley Roma – Onda Volley 2-3 (25-21, 19-25, 17-25, 25-22, 7-15)

Grande impresa dell’Onda Volley che, nella delicata trasferta in casa dell’Antares Volley Roma, quarta in classifica nel girone B del campionato di Serie D, esce con un successo pesantissimo per 2-3 (25-21, 19-25, 17-25, 25-22, 7-15) che fa il paio con quello ottenuta nel girone di andata. Il match era d’importanza vitale, ancor di più dopo la vittoria del Vitinia contro la Virtus che aveva alimentato la bagarre in zona retrocessione. “Dovevamo vincere per restare aggrappati al treno che porta alla salvezza – esulta l’allenatore Francesco Romanini –. Dopo un approccio sbagliato, caratterizzato da troppi errori in fase di ricezione e grandi difficoltà nel costruire gioco, siamo finalmente entrate in partita. Ottima la reazione nel secondo e terzo set, sia in ricezione che in attacco su tutti i fronti. Il calo nel quarto parziale ha fatto da preludio a un tie-break quasi perfetto, durante cui l’efficacia in battuta ha messo in difficoltà le avversarie. Faccio comunque i complimenti all’Antares e in particolare alla sua palleggiatrice, forse la migliore del campionato, con un’impeccabile distribuzione di gioco che spesso andava ad eludere il nostro muro. Abbiamo dovuto davvero tirar fuori il meglio per superare una squadra molto più esperta di noi. Ora dobbiamo dare continuità a questo momento positivo, sono fiducioso perché vedo la carica giusta nelle ragazze e finalmente i risultati ci stanno dando ragione”.