Home Sport Baseball, chiuso il torneo del Tridente a Nettuno con la Nazionale U15

Baseball, chiuso il torneo del Tridente a Nettuno con la Nazionale U15

E’ terminato il torneo del Tridente a Nettuno che ha visto protagonista la Nazionale Under15 di Roberto De Franceschi. "Risposte importanti dai ragazzi"

157

E’ terminato il torneo del Tridente a Nettuno che ha visto protagonista la Nazionale Under15 di Roberto De Franceschi. Nella prima giornata si è registrata la vittoria di misura del St Ignatius di Cleveland contro l’Under18 dell’Academy of Nettuno (7-6). Ieri si sono disputate tre partite con il calendario un po’ stravolto per alcuni impegni organizzativi della squadra americana. In mattinata di scena il derby tra la Nazionale Under15 2003 e la selezione italiana Under15 2004-2005.

Ad imporsi in una bellissima partita, e in rimonta, i 2004-2005 che hanno battuto i colleghi azzurri 10-9 all’ultimo respiro dopo oltre 2 ore e mezza di gioco. Nel pomeriggio l’Italia U15 si è imposta, invece, sull’Academy con il punteggio di 13-2. In serata la sfida tra la Nazionale 2004-2005 e il St Ignatius è terminata con la vittoria per 10-0 della squadra di Cleveland. Stamattina giorno di chiusura con la scontro tra le due Nazionali. A vincere, stavolta, sono stati i 2003 che si sono imposti con il punteggio di 6-1.

Ieri sera, poi, spazio anche alla storia del Nettuno Baseball con alcuni dei giocatori storici che hanno sfilato al Borghese per la “Night od the Legends”.

Soddisfazione per il manager nettunese De Franceschi. “E’ stata un’ottima preparazione in vista dell’Europeo del prossimo anno dove si giocherà tutti i giorni per una settimana. Ottime risposte sia dal punto di vista fisico che mentale da parte di tutti i ragazzi. Siamo riusciti a farci un’idea dell’ossatura della squadra per il 2019”. Altro test fondamentale per il percorso preparatorio della Nazionale Under15 sarà il torneo “Perla del Tirreno” che si terrà a Nettuno dal 3 al 5 agosto. Qui la Nazionale di De Franceschi se la vedrà contro due selezioni dell’Academy of Nettuno e contro la selezione giapponese del Sendai.