Home Sport Vincenzo Albanesi di Nettuno 2° alle finali nazionali di Tennis Amatoriale

Vincenzo Albanesi di Nettuno 2° alle finali nazionali di Tennis Amatoriale

Al termine di una stagione intensa, i migliori 8 giocatori amatoriali di tennis Italiani, selezionati tra 38.000 partecipanti che durante l'anno si sono affrontati

159
Vincenzo Albanesi
Al termine di una stagione intensa, i migliori 8 giocatori amatoriali di tennis Italiani, selezionati tra 38.000 partecipanti che durante l’anno si sono affrontati in vari tornei in tutta la penisola, si sono contesi il titolo Italiano  FIT – TPRA FINALS MASTER AWT  2017. Tra questi un campione di Nettuno.
Teatro dell’evento è stata la Citta’ di Brescia dal 17 al 19 novembre nel bellissimo centro sportivo San Filippo, niente di meno che ospiti del torneo Challanger in cui ha preso parte Andreas Seppi e diversi giocatori di livello Internazionale.
Vincenzo Albanesi di Nettuno, ex Tennis Club Brilli Primo di Aprilia, ora Polisportiva Anzio ha ottenuto un risultato prestigioso, conquistando la finale del Master categoria Open del TPRA, arrendendosi solo al forte giocatore Milanese Daniele Ferrari, giocando una partita bellissima nel campo centrale davanti a 1000 spettatori. “Un’emozione unica ed una esperienza a livello sportivo direi indimenticabile” queste le parole del finalista che negli altri incontri aveva battuto nei quarti Sordillo di Roma e nella semifinale il forte Bistarelli di Imola.
“Aver vissuto due giorni da professionista ed aver condiviso con tante persone la passione del Tennis e’ è stato veramente bellissimo – spiega Albanesi – e aver condiviso tutto questo con mio figlio Alessandro che mi ha accompagnato, non ha eguali. Aver giocato per un titolo Italiano non è da tutti, è stata adrenalina pura, ho dato tutto quello che avevo ma il buon Ferrari è stato bravo ad imporsi. Essere ospiti della FIT, condividere pranzo e cena con i giocatori Professionisti, essere intervistati da Sky con SuperTennis ad ogni fine partita, essere premiati da Palmieri l’organizzatore degli Internazionali d’Italia e addirittura firmare autografi ai bambini, come se fossimo delle Star è stata una sensazione meravigliosa”. In bocca al lupo davvero ad Albanesi per lo splendido risultato.