Home Primo Piano Il sindaco Casto chiude il caso Borghese: “Terreno del Comune, non dell’Agraria”

Il sindaco Casto chiude il caso Borghese: “Terreno del Comune, non dell’Agraria”

Trovato il documento che attesta la proprietà del Comune di Nettuno, e non dell'Agraria, del terreno su cui è stato costruito lo stadio di baseball Steno Borghese

2718

E’ stata chiusa dal sindaco di Nettuno Angelo Casto in consiglio comunale, il caso della proprietà del terreno su cui è stato costruito lo stadio di baseball Steno Borghese. Nei mesi scorsi, infatti, erano emersi dubbi su chi fosse il titolare di quel terreno in via Scipione Borghese, se dell’Università Agraria o del comune di Nettuno. Una “contesa” che ha portato l’Amministrazione comunale ad avviare una serie di indagini per reperire presso gli uffici preposti i documenti originali che attestassero il passaggio di proprietà di quel lembo di terra dall’Agraria al Comune. In questo modo è stata trovata la deliberazione del consiglio comunale del 6 settembre 1956 e la deliberazione del 18 novembre 1959 che indicavano l’iter del passaggio di proprietà per la costruzione del nuovo stadio e, soprattutto, la nota di trascrizione alla conservatoria delle ipoteche di Roma del 1 giugno 1960 in cui si fa riferimento all’atto registrato il 7 dicembre 1959 con cui l’Università Agraria ha venduto, per 630.000 lire,  il terreno di 4.20.00 ettari in località “Fornaci”.

“Ringrazio i consiglieri comunali del 1956 per cui chiedo un applauso- ha detto il sindaco Angelo Casto – che si sono impegnati affinché il sogno dello stadio cittadino diventasse realtà. Oggi con questi documenti possiamo dire con assoluta certezza che il terreno dello Stadio Steno Borghese è del comune di Nettuno”.