Home Sport Pallavolo – Da Nettuno ai playoff scudetto

Pallavolo – Da Nettuno ai playoff scudetto

1036

Da Nettuno a Latina, tra i giganti della Pallavolo italiana. Si tratta di Nicolangelo Antonicelli, già tecnico della nazionale Italiana di Beach Volley alle Olimpiadi e della nazionale femminile di Beach di Malta, e da questa stagione preparatore fisico della Ninfa Top Volley Latina che domani scendere in campo nelle Marche per la prima gara dei playoff scudetto contro la Lube Macerata, favorita per il titolo e prima in regular season. “Abbiamo ottenuto un grandissimo risultato, centrando il nostro obiettivo principale”. Ha detto Nicolangelo Antonicelli, intervistato ieri nella trasmissione YoungTv Sport in onda su YoungTv (canale 643 o 871).

Un po’ di rammarico potrebbe esserci vista l’ultima giornata della stagione regolare con il Latina, già sicuro di un posto ai playoff, che ha perso contro Perugia scivolando dal sesto all’ottavo posto, fattore che ha portato i pontini all’accoppiamento con la prima della classe.

“Le prime quattro si equivalgono – dice però Antonicelli – e in realtà cambia poco anche se Macerata resta una corazzata. Rimane comunque la gioia di aver centrato un obiettivo che non era così facile da raggiungere. Ad inizio stagione sembrava un’impresa ardua e invece l’abbiamo compiuta centrando i playoff con una giornata di anticipo con la giusta determinazione dei ragazzi nonostante la rosa non così ampia e qualche infortunio di troppo. Certo Macerata ci spaventa un po’. Andiamo sereni ad affrontare la partita: nelle finali scudetto può succedere qualsiasi cosa”.

L’appuntamento con Gara1 è per domani 10 marzo nelle Marche, poi si va al Palabianchini di Latina domenica 13 per gara 2.

“Conterà tantissimo il fattore psicologico – conclude Antonicelli . Noi abbiamo già centrato il nostro obiettivo, Macerata invece punta fortemente allo scudetto. Arrivare psicologicamente un po’ meno sotto stress a volte ti permette di fare quello sgambetto che sulla carta sarebbe impossibile. L’unica occasione che abbiamo è arrivare sereni, giocarci la nostra partita al 100% e se loro mollano qualcosa noi ci dobbiamo far trovare pronti e questa potrebbe essere la variante che ci può permettere di “rubare” il primo incontro. Se riuscissimo a vincere Gara1 per loro sarebbe tutto più difficile. Sulla carta siamo sfavoriti, ma lo sport ci ha insegnato che può succedere di tutto. Siamo pronti e determinati a giocarcela fino infondo sperando che loro concedano qualcosa”.