Home Primo Piano Il Coni Lazio ed il Busen insieme per il primo Educamp del...

Il Coni Lazio ed il Busen insieme per il primo Educamp del Territorio

149

Clima di festa, venerdì 7 agosto, presso l’impianto “Casa della Ginnastica” del Busen  in via Lombardia 98 bis per la cerimonia di chiusura dell’Educamp del Coni Lazio. Ginnastica, Padel, Tennis, Atletica e Scherma, queste le discipline inserite in una settimana di lavoro che ha visto trentaquattro (34) partecipanti al primo camp estivo del Coni Lazio nell’ambito del progetto “Coni e Regione compagni di sport”. L’ASD Ginnastica e Judo il Busen, accogliendo la richiesta del Coni Lazio ha organizzato, presso il proprio impianto di Ginnastica e presso il Circolo Busen Tennis Padel, una settimana di sport e divertimento con in suoi tecnici e con la fattiva e preziosa collaborazione presidente Gianni Moracci della ASD Atletica Neptunia. Il modello sperimentato certifica che “lo sport unisce”, i ragazzi hanno potuto cimentarsi nelle varie discipline consolidando il concetto di attività multidisciplinare e polivalente, tanto importante per l’apprendimento di una base motoria ampia e strutturata sotto il profilo coordinativo.
Le giornate sono trascorse scandite dalla precisa e puntuale organizzazione delle lezioni attraverso un piano orario modulare giornaliero, pianificato per dare modo a tutti i partecipanti di mettersi alla prova con discipline nuove in un contesto ludico e motivante. Per ogni fascia d’età è stato previsto un lavoro specifico senza dimenticare il relax e il divertimento, oltre ai giochi da tavolo e giochi tradizionali. Un ringraziamento doveroso va rivolto al tecnico del Club Scherma Anzio che ha fatto conoscere ai ragazzi la splendida disciplina della scherma, vanto del nostro medagliere olimpico.
Alla chiusura sono intervenuti il Sindaco di Nettuno Alessandro Coppola, Roberto Tasciotti, Direttore Scientifico della Scuola dello Sport del Coni Lazio, mentre gli onori di casa sono toccati a Mauro Simonetti Direttore Tecnico della ASD Ginnastica e Judo il Busen. Ci auguriamo di ripetere, il prossimo anno, su larga scala, questa riuscita esperienza per certificare che Nettuno può organizzare e gestire progetti prestigiosi e formativi per i giovani e per lo sport.