Home Politica Carandente e Rizzo replicano all’attivista deluso: “Noi a testa alta”

Carandente e Rizzo replicano all’attivista deluso: “Noi a testa alta”

182
Mauro Rizzo e Luigi Carandente

“Sparate a Carandente, Isolate Rizzo, Delegittimate Il Movimento 5 Stelle: di tutto ma fermateli. Ed ecco puntuale che arriva l’attacco personale. La metodologia è sempre la stessa: si inventano #Balle sul conto del Movimento e si attacca il sottoscritto, il tutto affidato ad una fantomatica mail di qualche autodichiarato attivista e immediatamente riportata da certa stampa locale. Ricorderete tutti che già in passato sono stato bersaglio di attacchi e di fake news: oggi lo schema si ripete. 

Bloccate gli unici consiglieri d’opposizione che non sfruttano il Consiglio per farsi campagna elettorale. Bloccate gli unici Consiglieri d’opposizione che stanno facendo ciò che hanno detto in campagna elettorale. Bloccate gli unici Consiglieri d’opposizione che non scadono in strumentalizzazioni, che non scendono agli attacchi personali, ma che stanno cercando di alzare finalmente il livello della dialettica politica Nettunese, esattamente come pronunciato nel primo Consiglio. Fermate, provate a delegittimare l’unica forza politica, di tutto l’arco consiliare che sta realizzando il proprio programma elettorale. Tentate di tagliare le gambe a quei due che hanno portato a Nettuno in qualche mese e con pochi atti oltre 200 mila euro di fondi regionali e statali, senza considerare i futuri interventi in ambito sportivo che saranno realizzati proprio con quel fondo di cui parlavano in campagna elettorale. Cari concittadini, la metodologia è sempre la stessa ma di certo io, Mauro Rizzo e il Movimento 5 Stelle non ci facciamo intimorire da simili vergognosi attacchi. Perché è deplorevole attaccare un giovane 25 enne nettunese che ha scelto da tempo di servire il proprio Paese, strumentalizzando una scelta di vita per fini meramente politici. Perché è deplorevole parlare in anonimato, affardellare un carico di menzogne con i nomi dei nostri referenti nazionali, tentando di delegittimare o gettare ombre false ed insensate. La realtà delle cose è che il gruppo di attivisti del Movimento 5 stelle, le persone che ci hanno sempre messo la faccia, le stesse persone che ad oggi sono impegnate a collaborare con noi per scrivere gli atti e le proposte necessarie alla realizzazione del nostro programma elettorale rifiutano questa strumentalizzazione e ripudiano tali vergognosi metodi. Noi sempre a testa alta: i detrattori dovranno farsene una ragione”. Così in una nota stampa i consiglieri comunali Luigi Carandente e Mauro Rizzo.

La nota dei consiglieri 5 stelle merita una risposta per l’assurdità dei toni e perché sembra che entrambi non abbiano minimamente compreso le intenzioni dell’attivista che ha scritto la lettera alla nostra Redazione, intenzioni che pure sono evidenti.  
Una lettera al Direttore che non ‘spara’ proprio a nessuno e non cerca certamente di ‘fermare’ i consiglieri 5 stelle. Anzi. L’attivista con toni molto pacati li invita a fare qualcosa: ad esempio a fare da opposizione a questa maggioranza. E’ una lettera piena di amarezza e di delusione per l’operato dei due consiglieri eletti, in cui si sottolineano fatti evidenti e sotto gli occhi di tutti: le assenze prolungate del consigliere Carandente, l’isolamento del consigliere Rizzo che non viene neanche contattato dal resto dell’opposizione di cui non ha condiviso alcuna battaglia. Due fatti che sono incontestabili. L’attivista infine, notandone l’inerzia, incita entrambi i consiglieri ad essere più attivi e presenti, e ad impegnarsi a fare quello che hanno promesso in campagna elettorale. Speriamo davvero che i consiglieri ‘non si facciano intimorire’ dalle parole pacate di un attivista deluso, anche perché in evidenza non era questa l’intenzione. (eb)