Home Primo Piano L’Associazione Busen replica a Tocci: “Investimenti sull’ex Bocciodromo”

L’Associazione Busen replica a Tocci: “Investimenti sull’ex Bocciodromo”

244
L'ex bocciodromo di Nettuno ora in gestione al Busen

Con la presente desideriamo ringraziare pubblicamente Stefano Tocci, il quale nell’articolo: Palazzetto Tocci all’opposizione “non uccidete questa struttura sportiva”, pubblicato sul Clandestino giornale del 04/02/2020 ci offre l’opportunità di precisare l’ennesima falsa notizia sulla gestione dell’impianto ex bocciodromo, ora “Casa della Ginnastica”. La nostra Associazione gestisce la struttura dopo aver vinto un bando pubblico, il cui iter documentale è integralmente pubblicato sul sito del Comune di Nettuno alla voce Albo Pretorio. La durata della convenzione è regolata dal piano economico di investimenti proposto (documento pubblico), come il cambio di destinazione d’uso (documento pubblico). L’affermazione “Stesse attenzioni che andavano rivolte ad un impianto (ex bocciodromo), dato in concessione per 12 anni a 90 euro mese con modifica di destinazione d’uso” dimostra un superficialità di comunicazione che non appartiene ai valori del mondo dello sport fatti di lealtà e correttezza. La nostra Associazione è riuscita a ristrutturare l’impianto dopo cinque mesi dalla data di assegnazione a seguito di vicende che hanno dell’incredibile e chi è interessato potrà prenderne visione nella documentazione presentata presso l’ufficio legale del comune di Nettuno. La ristrutturazione dell’impianto ha impegnato la nostra Società per un totale di circa 150.000,00 euro (centocinquantamila) (documentazione depositata negli uffici preposti), di cui circa il 40% impiegati per la messa in sicurezza in quanto l’impianto ne era totalmente sprovvisto. Le risorse impegnate sono state reperite attraverso l’Istituto per il Credito Sportivo del CONI, microcredito e investimenti personali e l’affitto calmierato è a compensazione delle rate del mutuo e dei vari prestiti. Stefano Tocci si renderà conto di quanto è inesatta e superficiale la sua affermazione, poiché avrà sicuramente apportato migliorie attraverso manutenzione e adeguamenti in termini di sicurezza, investendo risorse economiche documentabili (quanto meno ce lo auguriamo) nei suoi 30 (trenta) anni di occupazione del palazzetto dello sport con la sua società di Basket. In conclusione, il Busen, ha restituito alla città non soltanto un impianto sportivo funzionante e in sicurezza ma ha ricostruito un pezzo importante del nostro tessuto sociale a beneficio delle generazioni future. In un solo anno di gestione della struttura sono arrivati a Nettuno: due titoli italiani di categoria a squadre settore silver, due titoli italiani individuali, una coppa dei Campioni categoria gold, una convocazione in maglia azzurra ai Campionati d’Europa-Goteborg che si svolgeranno a Maggio 2020, due atlete convocate per la coppa del Mondo di Brescia – Aprile 2020, due partecipazioni a gare Europee di Club di cui una disputata col il risultato di una medaglia argento e un’altra si svolgerà a marzo in Olanda!. Lo sport è fatto di cose concrete, risultati, numeri fatica e sudore. Tutto il resto lascia il tempo che trova…. Certi di aver contribuito a fare chiarezza su un bene della città.
L’Associazione Sportiva Dilettantistica
GINNASTICA E JUDO IL BUSEN