Home Attualità San Sebastiano, il Comandante Arancio premia la polizia locale di Anzio

San Sebastiano, il Comandante Arancio premia la polizia locale di Anzio

519
Il Comandante Arancio

Cerimonia per San Sebastiano questa mattina nella chiesa dei Santi Pio e Antonio, alla presenza della polizia locale di Anzio che ha celebrato il Patrono del Corpo alla presenza del nuovo Comandante, Antonio Arancio, del Sindaco Candido De Angelis e degli esponenti di tutti i corpi del territorio e della croce rossa.

“Buon San Sebastiano – ha esordito il Comandante Arancio – in particolare a Padre Francesco, al Sindaco e a tutte le autorità presenti. Grazie a San Sebastiano io sono qui da 34 anni. Un ringraziamento fraterno a

Il coro

Diana e Dash che ci hanno permesso di riabbracciare una vecchia tradizione inizia con il Maestro Pincini e con il Coro strabiliante. Dopo quasi vent’anni mi ruitrovo qui, nella parrocchia in cui sono cresciuto e dove mi sono formato ed ho provato ad essere un ‘cittadino degno del vangelo’ per seguire una frase di padre Francesco su quanto asseriva San Paolo e che è stato argomento di discussione con i ragazzi del catechismo che ho incontrato proprio qui in un bellissimo confronto sui temi dell’educazione civica in Parrocchia. Quello di oggi – ha aggiunto il Comandante – è da sempre un giorno di bilanci e di aspettative ma soprattutto di riflessione e non possiamo non riflettere se non partendo da una frase semplice e molto significativa pronunciata proprio da Papa Francesco “cominciate con il fare il necessario, poi fate ciò che è possibile, e all’improvviso vi sorprenderete a fare l’impossibile”. Fare l’impossibile con la massima umiltà e senso i dedizione civica questo il nostro compito e la nostra responsabilità è enorme, garantire la reciproca convivenza, la nostra missione è garantire la presenza delle Istituzioni nel momento del bisogno. Per questo devo ringraziarvi – ha concluso il Comandante Arancio rivolto ai suoi agenti – per quello che avete fatto insieme alle associazioni di protezione civile nei giorni di tempesta appena trascorsi, per esservi precipitati in soli 4 minuti sull’incidente stradale gravissimo sulla Via Ardeatina e su tutto quanto altro avete svolto con successo con il Comandante che mi ha preceduto”.