Home Cultura e Spettacolo Sbarco, inaugurata la Mostra delle Bandiere alla Capitaneria di Porto

Sbarco, inaugurata la Mostra delle Bandiere alla Capitaneria di Porto

160

E’ stata inaugurata ieri mattina, presso l’Ufficio Circondariale Marittimo di Anzio, l’undicesima edizione dell’importante mostra “Bandiere sul Mare” che ha aperto il programma delle Celebrazioni per il 76° Anniversario dello Sbarco di Anzio.

L’evento culturale, che ha visto la partecipazione del Comandante del Porto Luca Giotta, dei Sindaci di Anzio e Nettuno, Candido De Angelis ed Alessandro Coppola, delle Autorità Militari del territorio, delle Associazioni e soprattutto di numerosi studenti dell’Istituto Nautico di Anzio, ha aperto ufficialmente l’intenso programma del 76° dello Sbarco di Anzio, con l’esposizione di cimeli, uniformi, fotografie e documenti originali dell’epoca. L’iniziativa è organizzata, come nelle precedenti edizioni, dall’Associazione Warriors at Anzio”, guidata da Giuseppe Tulli, in collaborazione con l’Ufficio Circondariale Marittimo di Anzio, con l’Ufficio Comunicazione Istituzionale e Promozione Turistica del Comune e con il fondamentale apporto prestato dal Luogotenente in congedo, Domenico Tenace. “Apriamo ufficialmente il programma di queste celebrazioni – ha detto il Sindaco di Anzio, Candido De Angelis – che abbiamo voluto caratterizzare intorno all’importanza di mantenere viva la memoria, al grande valore della pace e soprattutto ai giovani del territorio che devono essere i protagonisti di queste giornate”.  Uniformi, cimeli, documenti dello Sbarco di Anzio e del periodo bellico, rigorosamente originali, per la maggior parte appartenuti ai Veterani, saranno esposti, con ingresso libero, presso l’Ufficio Circondariale Marittimo, fino al 26 Gennaio, dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18. Il Sindaco di Nettuno, Alessandro Coppola, ha espresso la sua soddisfazione nel partecipare all’importante ricorrenza “finalizzata a tramandare alle giovani generazioni il grande sacrificio fatto dai nostri Padri, per uno Stato libero e democratico”.