Home Politica La Lega mette in imbarazzo il Sindaco di Nettuno, l’opposizione durissima

La Lega mette in imbarazzo il Sindaco di Nettuno, l’opposizione durissima

640

“Le illusioni di Coppola. Oggi saltano nuovamente due commissioni per mancanza del numero legale dei consiglieri di maggioranza su questioni che Sandro Coppola nell’ultimo Consiglio Comunale aveva definito prioritarie. ‘Ogni singolo esponente della maggioranza è il primo responsabile del proprio comportamento. Altrettanto vale per l’opposizione’.
Queste le parole che solo ieri il Sindaco ha pronunciato in una sua dichiarazione dove si estranea dalle fila del suo gruppo, quel gruppo politico che lo stesso sindaco ha scelto, voluto e condiviso. Informiamo, inoltre, il Sindaco Coppola che, sia questa mattina sia nel pomeriggio la ‘sua’ maggioranza non è stata autosufficiente per deliberare in maniera autonoma, così come lui stesso ha scritto nel suo comunicato.
Ha ragione il Sindaco quando afferma in maniera perentoria che ‘non è certamente l’opposizione che può dare a chi governa la misura del valore del proprio operato’. Assegni, Lei, Coppola, il valore alla giornata di oggi al fine del lavoro per la città.
Certamente le possiamo dire che i Consiglieri Comunali sono eletti dal popolo è solo ed unicamente al popolo devono rispondere e a nessun altro. Neanche al Sindaco. Non saremo a disposizione di nessuno e complici di fini e modi che non appartengono a noi e al nostro elettorato. Neanche per una poltroncina e alzata di mano ben ricompensata”. Così in una nota stampa i consiglieri di opposizione Waldemaro Marchiafava, Daniele Mancini, Mauro Rizzo, Enrica Vaccari, Roberto Alicandri, Marco Federici, Antonio Taurelli, Simona Sanetti e Luigi Carandente.