Home Cronaca Il Tar ferma il Comune di Anzio: l’antenna Iliad resta allo Zodiaco

Il Tar ferma il Comune di Anzio: l’antenna Iliad resta allo Zodiaco

840

Il Tar (Tribunale amministrativo regionale) del Lazio, accogliendo la richiesta presentata dall’operatore telefonico Iliad Italia spa, parte dell’omonimo gruppo francese, ha sospeso l’ordinanza con cui a settembre il Comune di Anzio ha ordinato alla società la demolizione di un ripetitore. Iliad Italia ha realizzato una stazione radio base in via dell’Acquario, nel quartiere Zodiaco. Il Comune prima ha ordinato alla spa di bloccare i lavori e poi, il 12 settembre scorso, di abbattere il ripetitore telefonico. Iliad Italia ha a quel punto impugnato le due ordinanze e parte dello stesso regolamento comunale in materia, approvato il 30 aprile scorso, chiedendo al Tar del Lazio di sospendere subito quei provvedimenti e una volta esaminata nel merito la vicenda di annullarli. I giudici amministrativi, ritenendo che soprattutto per quanto riguarda il silenzio assenso, che secondo la spa sarebbe scattato dopo aver chiesto all’ente locale l’autorizzazione per la stazione radio base, occorra fare degli approfondimenti, ha accolto la richiesta dell’azienda di congelare gli atti impugnati. Nessuna demolizione. Almeno per ora. Il Tar deciderà nel merito, e dunque se annullare o meno i provvedimenti comunali contestati da Iliad Italia, nell’udienza fissata per il prossimo 21 aprile 2020.