Home Cultura e Spettacolo Applausi e forti emozioni per la Corale di Anzio al Teatro Ariston

Applausi e forti emozioni per la Corale di Anzio al Teatro Ariston

243

Standing ovation ed emozioni forti all’Ariston di Sanremo per la Corale Polifonica Città di Anzio e i Pink Floyd Legend. Pubblico in delirio.  È sulla via del ritorno la Corale Polifonica “Città di Anzio” che il 5 dicembre ha calcato le tavole del palco Ariston di Sanremo. Il gruppo canoro anziate è stato superlativo nel concerto evento “Atom Heart Mother” con i Pink Floyd Legend, riconosciuti come il gruppo italiano che rende in ogni spettacolo il miglior omaggio alla musica dei Pink Floyd. Grandi le emozioni che si sono respirate nel tempio della musica dove il pubblico, fortemente coinvolto, è andato letteralmente in delirio durante la perfetta esecuzione della celebre suite per orchestra e coro della band britannica.

Lunghi applausi e standing ovation finale al termine dello spettacolo che ha fatto registrare il sold out nei migliori teatri italiani. Un successo ottenuto grazie alla realizzazione unica e speciale di Atom Heart Mother, nella versione integrale, con oltre cento elementi, tra coristi e musicisti, tutti diretti dal maestro Giovanni Cernicchiaro, seguendo la partitura originale e autografata del compositore Ron Geesin, con il quale i Legend a Londra hanno sottoscritto un sodalizio artistico.

Il concerto si è snodato attraverso straordinarie combinazioni tra musica classica e rock, alternando momenti di eleganti melodie ad altri di pura potenza sinfonica. Emozioni forti nella seconda parte del concerto, che ha visto l’entrata in scena della Corale Polifonica Città di Anzio, insieme al Coro Filarmonico Musica Nova di Sanremo. Perfetti i vocalizzi durante l’esecuzione di Atom Heart Mother Suite, di The wall, di Bring the boys back home e di Comfortable Numb, veri e propri punti di svolta nello straordinario percorso artistico per i Pink Floyd, in nome del progressive rock che ha letteralmente mandato in estasi gli spettatori dell’Ariston.


“È stato un onore per noi esibirci insieme ai Pink Floyd Legend su uno dei palcoscenici più importanti d’Italia e del mondo – afferma il presidente della Corale Polifonica Città di Anzio, Tina Bellobono, dal pullman che sta accompagnando i coristi verso casa – è stata un’esperienza unica, memorabile che resterà nel nostro album dei ricordi. Abbiamo accompagnato i Legend numerose volte, nei migliori teatri italiani, ma in ogni spettacolo il nostro coinvolgimento e la nostra emozione si moltiplicano e si rinnovano, come fosse sempre la prima volta. Con orgoglio abbiamo portato con noi la bandiera della Città di Anzio e, anche se lontani da casa sentiamo tutto l’affetto ed il sostegno dei cittadini, del Sindaco Candido De Angelis, che ringraziamo per averci sostenuti in questa emozionante avventura e dell’ Assessore alla Cultura Laura Nolfi, che ha creduto in noi sin dal primo giorno”.

“La Città di Anzio è orgogliosa della Corale – ha detto il Sindaco di Anzio, Candido De Angelis – protagonista, nel più importante teatro italiano, insieme ad un gruppo di bravissimi artisti che abbiamo ospitato ad Anzio in occasione dell’apertura degli eventi di AnzioEstateBlu2019”. Il sodalizio tra i Legend, che a giugno hanno riempito il centro di Anzio con il concerto evento che ha ufficialmente aperto l’estate neroniana, e la Corale Polifonica è nato nel 2014 a Villa Sarsina dove i PFL hanno aggiunto un importante tassello alla loro biografia grazie all’esecuzione integrale, in prima assoluta mondiale, dell’album The Final Cut in occasione delle celebrazioni per il 70esimo anniversario dello sbarco di Anzio, con la presenza di Roger Waters, co-fondatore dei Pink Floyd. Alcuni brani composti da Waters sono legati alla città di Anzio dove suo padre, l’ufficiale britannico Eric Fletcher Waters, perse la vita durante l’Operazione Shingle.

La Corale Polifonica Città di Anzio sarà ancora con i PFL il 10 dicembre al teatro Verdi di Firenze, mentre il 19 dicembre, alle 18.30, sarà lieta di fare gli auguri in musica alla città di Anzio nel prestigioso salone di Villa Corsini Sarsina.