Home Primo Piano Volley maschile e femminile Nettuno, tutti i risultati del fine settimana

Volley maschile e femminile Nettuno, tutti i risultati del fine settimana

88
SERIE C FEMMINILE: Pizzamore Onda – Danima Spes Mentana 2-3 (25-17, 28-26, 10-25, 14-25, 12-15)
Partita rocambolesca, quella andata in scena per la sesta giornata del campionato di Serie C al Pala Quattro Casette tra Pizzamore Onda e Danima Spes Mentana, conclusasi con un 2-3 (25-17, 28-26, 10-25, 14-25, 12-15) che non ha risparmiato emozioni, colpi di scena e ribaltamenti continui. La formazione locale approccia al meglio l’incontro e si porta a casa senza troppi patemi d’animo il primo set, sfruttando tanti errori delle neroverdi che, nonostante una seconda metà di parziale in crescendo, non riescono a colmare l’abissale gap di -11. Nel secondo set è battaglia vera punto a punto, che si risolve ai vantaggi in favore delle neroniane, brave a tener duro e a piazzare la stoccata decisiva nel momento clou. Match finito? Nemmeno per sogno. Le ospiti sfruttano il calo fisico delle biancocelesti capitanate da Sara Congiu (prive di un paio di defezioni importanti, senza considerare le atlete al rientro da poco e dunque in condizioni fisiche ancora precarie) e agguantano senza troppi affanni il pareggio. Decisivo il tie-break, combattuto ed equilibrato come il secondo set, ma stavolta appannaggio delle capitoline, che si portano a casa due punti e continuano a rimanere aggrappate alla zona playoff. L’Onda interrompe l’emorragia di sconfitte (quattro consecutive, con nessun set vinto) e strappa ad una compagine d’alta quota un punticino che smuove classifica e morale.

SERIE D FEMMINILE: Onda Nettuno Life – Roma Duemiladodici 3-0 (25-20, 25-14, 25-16)

Continua ad inanellare ottime prestazioni e punti in classifica l’Onda Nettuno Life, che nella sesta giornata del campionato di Serie D regola con un netto 3-0 (25-20, 25-14, 25-16) la Roma Duemiladodici. Nonostante le assenze in casa nettunese – alle quali si aggiunge quella di Laura Fasciani, infortunata durante il match e aggiuntasi alla lunga lista dell’infermeria – la formazione guidata da mister Gianluca Rotelli rispetta il pronostico pre-gara e conquista tre punti che le consentono di volare al quarto posto, in piena zona playoff. Palpabile l’entusiasmo a fine partita tra le ragazze: “Finalmente una vittoria tranquilla – esordisce Gioia Bizzarri – Non abbiamo mai perso la testa e abbiamo ottenuto tre punti d’oro. Peccato per l’infortunio di Laura, speriamo possa riprendersi subito. L’unica ricetta per proseguire così è continuare a lavorare a testa bassa come stiamo facendo”. Usa l’ironia (ma non troppo) il libero Laura Scarano: “Siamo un gruppo nuovo ma molto unito, questo ci consente di sopperire alle assenze. Siamo in emergenza, speriamo che il sale che ci portiamo dietro per scaramanzia possa darci una mano!”.
SERIE D MASCHILE: Anzio Pallavolo – Virtus Roma 0-3 (17-25, 18-25, 20-25)

L’Anzio Pallavolo esce sconfitto per 0-3 (17-25, 18-25, 20-25) dalle mura amiche del Pala Quattro Casette, al termine della gara disputata contro la Virtus Roma, valida per la sesta giornata del campionato di Serie D. I neroniani escono dal campo con il rammarico di non aver espresso tutto il loro potenziale, contro un avversario non troppo distante in classifica dai biancazzurri. “Sconfitta meritata, potevamo fare molto meglio – è l’analisi di coach Emanuele Esposito nel post match – Peccato perché avevamo cominciato bene, con pochissimi errori nel primo set e una correlazione muro-difesa efficace. Poi, sul 16-14 per noi, il blackout: poca precisione, tanti errori e nemmeno i cambi hanno dato la scossa. Nel secondo e nel terzo set, paradossalmente, nonostante i parziali meno sfavorevoli, non siamo mai stati davvero in partita. Dovevamo fare meglio, l’avversario era alla portata. Vedo troppo scoramento tra i ragazzi, la classifica è pesante per il morale ma dobbiamo rialzarci”. Prossimo turno contro Roma 7: “Non dovremo sbagliare contro una diretta concorrente per la salvezza – conclude Esposito – ma sarà necessario scendere in campo con un altro spirito”.