Home Cronaca Ancora ascensori rotti all’Ospedale di Anzio, due mesi e nessuna soluzione

Ancora ascensori rotti all’Ospedale di Anzio, due mesi e nessuna soluzione

301
L'ospedale di Anzio e Nettuno

Ascensori ancora rotti all’ospedale di Anzio. I cittadini che vanno a trovare parenti e amici ricoverati sono costretti ad utilizzare le scale, siano essi giovani o anziani. Un disagio enorme per l’utenza (in particolare chi cammina con difficoltà) con l’aggravante che il disagio si protrae ormai da circa due mesi. Ascensori rotti non solo all’Ospedale Riuniti, ma anche al Padiglione Faina dove si tengono le visite ambulatoriali e a Villa Albani. Sembra incredibile che in due mesi non si sia riusciti a risolvere una situazione di tale gravità. Eppure un ascensore non si può considerare un optional ma è qualcosa di essenziale in un ospedale per garantirne la funzionalità. Ai tanti che hanno manifestato lamentele e disagio è stato detto che mancano i pezzi per la riparazione. Pezzi che sembrano dover arrivare da molto lontano. La speranza è che se a livello locale non si riesce a risolvere la situazione ci sia un intervento della Asl Roma h per dare conforto ai cittadini e ai pazienti di Anzio. Una Asl spesso molto distratta quando si tratta del nosocomio locale. Al punto che in due mesi non si riescono a riparare tre ascensori riservati ai cittadini.