Home Cultura e Spettacolo “Amare è…”, gli studenti di Nettuno in festa per Santa Maria Goretti

“Amare è…”, gli studenti di Nettuno in festa per Santa Maria Goretti

429

Tutte le scuole elementari di Nettuno hanno festeggiato in Santuario il 129° compleanno di Santa Maria Goretti con un progetto didattico dal titolo “Amare è … ”

E’ dal mese di settembre che il neo rettore del Santuario Padre Pasquale Gravante insieme con la nuova equipe dei padri passionisti giunti da poco al Santuario di Nettuno si è prodigato al fine che l’iniziativa di “festeggiare” Maria Goretti, lasciando la parola ai più piccoli non andasse perduta.

Lo scorso anno i “Ragazzi del Santuario”, la realtà giovanile che anima la liturgia delle ore 18 in Basilica,  avevano pensato di coinvolgere le scuole in un progetto dal Titolo “Perdonare è” prendendo spunto dalla capacità di Marietta di perdonare il suo assassino. Quest’anno, il tema di riflessione proposto alle scuole dal santuario insieme con i giovani si è incentrato su un’altra frase  pronunciata dalla piccola martire alla mamma a seguito della morte del padre: “ Mamma non preoccuparti, tu prenderai il posto di papà nei campi, io invece, penserò alla casa. Camperemo, vedrai”; dimostrando con queste semplici parole un grande amore verso il prossimo, amore che il cuore dei piccoli conosce bene. I bambini delle scuole elementari di Nettuno sono così stati invitati a riflettere su cosa possa significare “Amare”, intendendo con questo concetto la capacità di sapersi prendere cura gli uni degli altri. Nell’arco di poco più di tre settimane, grazie alla disponibilità dei dirigenti scolastici e del corpo docenti gli alunni hanno cosi realizzato degli splendidi cartelloni con  i quali è stata realizzata una vera e propria mostra sotto le arcate della basilica.

Il 16 ottobre, giorno della ricorrenza,  i bimbi sono stati accolti sul sagrato dai sacerdoti e dai giovani che li hanno intrattenuti con canti, momenti di riflessione ed una caccia al tesoro, studiata per far conoscere anche attraverso quiz e domande la storia della piccola Maria.

Un ringraziamento particolare va alle scuole, che anche quest’anno hanno partecipato tutte, nessuna esclusa,  all’amministrazione comunale che concedendo l’uso degli scuolabus ha consentito ai piccoli delle scuole di Cadolino e Tre Cancelli di raggiungere il Santuario e a tutti coloro che a vario titolo hanno consentito la buona riuscita della festa, la quale si è conclusa con una solenne concelebrazione eucaristica presieduta dal padre generale dei passionisti Joachim Rego e a cui hanno preso parte il sindaco insieme con le autorità civili e militari e le associazioni. La giornata di festa si è poi conclusa con un concerto tenuto dalla “Corale Città di Nettuno”  ed uno spettacolo di fuochi pirotecnici.