Home Politica Sportello Antiusura, la Commissione Servizi Sociali chiede la disdetta

Sportello Antiusura, la Commissione Servizi Sociali chiede la disdetta

168
Il Comune di Nettuno

Sarà oggetto di prossima richiesta di approvazione in Consiglio Comunale a Nettuno la proposta di deliberazione riguardante lo sportello antiusura. Il servizio, da anni inutilizzato, costituisce un notevole dispendio per le casse comunali.

Ieri mattina, nel corso della Commissione consiliare per i servizi sociali, abbiamo posto l’attenzione sulla questione inerente lo Sportello intercomunale dedito all’attività di assistenza all’usura, sito in Monte Porzio Catone.

A questo proposito abbiamo ritenuto opportuno considerare che il servizio, al quale il Comune di Nettuno ha aderito nel 2010, non ha mai riscontrato richieste di intervento e partecipazione da parte dei cittadini, complice anche la distanza fisica dello sportello. Si sono conservati invece i costi, circa 4 mila euro annui, che non hanno risposto al criterio di efficienza che è alla base di qualsiasi nostra azione volta al funzionamento della macchina amministrativa e, in questo caso, anche alla tutela delle fasce più deboli della popolazione.

Per questo porteremo in Consiglio Comunale la proposta  di deliberazione riguardante il recesso dall’adesione allo Sportello intercomunale della Provincia di Roma.

Sarà nostra premura ricercare sistemi di tutela alternativi per far fronte alle esigenze della comunità: mantenere di certo il servizio ma con un evidente risparmio di spesa, che non gravi sulle tasche del Comune e dei cittadini.