Home Politica Commissione capogruppo a Nettuno, il consigliere Mancini alza la voce

Commissione capogruppo a Nettuno, il consigliere Mancini alza la voce

792
Daniele Mancini, assessore all'Ambiente e Vicesindaco di Nettuno

Si sono sentite fin nel corridoio le alzate di voce del consigliere comunale di opposizione a Nettuno Daniele Mancini che ieri, convocato in Commissione Capogruppo si è ritrovato a discutere… ‘del nulla’. La commissione era stata convocata per arrivare preparati al consiglio comunale congiunto che si terrà domani mattina ad Anzio per discutere dell’Ospedale Riuniti ma la maggioranza si è presentata impreparata, senza una proposta di documento, senza alcuna relazione sullo stato dei contatti avvenuti i recente tra il Sindaco e il Direttore della Asl Mostarda, quest’ultimo sarà presente anche lui all’incontro di domani. Di fronte alle richieste di Mancini, che voleva sapere almeno se ci fosse l’intenzione di stilare un documento congiunto maggioranza opposizione, da presentare in consiglio, richiesta rimasta senza risposte, Mancini con la sua abituale veemenza ha deciso di uscire dall’aula sbattendo la porta dopo aver gridato che la maggioranza è impreparata e non in grado neanche di dire si o no o forse ad una proposta. “In questo modo – ha aggiunto – fanno solo perdere tempo. A cosa serve convocare una commissione capigruppo, che tra l’altro non è obbligatoria, se non c’è niente da discutere. La maggioranza deve avere più rispetto della città e dell’opposizione. Io vado a lavorare, quando vengo in comune per i doveri di consigliere pretendo che sia tempo dedicato all’interesse collettivo non una passerella inutile. E’ impensabile che ci si presenti in una commissione senza uno straccio di bozza dei lavori e di quello che si intende fare e soprattutto senza la capacità di dire si o no alle proposte dell’opposizione”. La maggioranza, anche a fronte della sfuriata, è corsa ai ripari chiamando il Sindaco, impegnato in precedenti appuntamenti. Oggi il primo cittadino, con la collaborazione dell’opposizione, stilerà il famoso documento che avrebbe dovuto essere redatto o sottoposto all’attenzione dell’opposizione nell’apposita commissione, che si è conclusa con un nulla di fatto. Oltre Mancini, che certamente è il consigliere che ha detto la sua con maggiore passione, tutto il resto dell’opposizione ha espresso posizioni ampiamente critiche nei confronti dell’impreparazione dei consiglieri di maggioranza rispetto ad un appuntamento importante in cui è in discussione la salvaguardia dell’Ospedale di Anzio, e anche qualche consigliere di maggioranza ha ammesso la brutta figura.