Home Politica Insulti e razzismo a Pontida, Alicandri: “La Lega di Nettuno si dissoci”

Insulti e razzismo a Pontida, Alicandri: “La Lega di Nettuno si dissoci”

294

“In questi giorni sono apparse un po’ ovunque sui social networks (facebook, istagram, twitter) foto della delegazione nettunese al congresso di Pontida della Lega dell’ex ministro Salvini. Vista la forte rappresentatività di questa delegazione credo che sarebbe assolutamente necessario da parte della Lega di Nettuno, partito di maggioranza relativa al sostegno del sindaco Coppola, una forte presa di distanza nei confronti di quei cialtroni ignoranti che con le loro urla becere hanno offeso il presidente della Repubblica e, qualora fosse possibile, hanno persino fatto di peggio apostrofando con parole indegne piene di razzismo ed antisemitismo il giornalista Gad Lerner, facendo inoltre il saluto romano, giusto per non farsi mancare nulla. Questo perché quando si ha l’onere e l’onore del governo di una città non si possono lasciare zone grigie che possano lasciare intendere contiguità con certi ambienti razzisti, fascisti ed antisemiti.
Ovviamente sono certo che i consiglieri, gli assessori e il portavoce di Nettuno sono ampiamente distanti da questi ambienti, ma in certe occasioni è meglio aggiungere una frase ovvia che lasciarla intendere e magari lasciare il dubbio”. Così in una nota stampa il consigliere di opposizione a Nettuno Roberto Alicandri eletto con la lista Democratici per Marchiafava.