Home Politica Il Pd sulle discussioni in maggioranza a Nettuno: “Si riferisca in consiglio”

Il Pd sulle discussioni in maggioranza a Nettuno: “Si riferisca in consiglio”

148
Carla Giardiello

Arrivano ancor prima del previsto le prime, grosse, fratture in maggioranza. Al di là delle promesse elettorali e degli slogan di unità e ripresa, anche economica ma soprattutto di iniziativa politica, si è nuovamente in uno stato di empasse per via dei giochi di potere e di equilibri interni”. Lo scrive il segretario del Pd di Nettuno Carla Giardiello in una nota stampa in merito ai rumors sulle discussioni interne alla maggioranza e ad un documento con cui si segnalano problemi con uno degli assessori.

“Nelle insediamento delle commissioni si sono registrati numerosi malumori tra le compagini della maggioranza, sempre legati a sete di potere delle varie correnti. Tutto ciò ha creato non pochi disagi e in alcuni casi, qualche battuta d’arresto per il non proseguimento dei lavori delle commissioni stesse. E non si tratta dell’unica battuta di arresto che si registra a giorni alterni e che dimostra come non vi sia una composizione solida e una visione organica di programmazione politica in questa maggioranza. A ciò si aggiungono molti altri dissensi: la lettera di sfiducia nei confronti del vice sindaco Alessandro Mauro, firmata da ben 8 consiglieri presumibilmente perché ricoprirebbe troppe deleghe che secondo qualcuno spetterebbero ad altri; i continui litigi per la spartizione di poltrone come la presidenza della Poseidon; la completa assenza di responsabilità in merito alla questione rifiuti dove una gara ha chiaramente definito una ditta vincitrice alla quale, per qualche losco motivo, non si procede con l’affidamento.

Ricordiamo e ai nostri concittadini che questa situazione è frutto di una mancata presa di coscienza di molti di loro, ben il 60%, i quali hanno ben pensato, nella trascorse votazioni, di restare a casa, di non recarsi alle urne e lasciare la nostra cittadina in mano a personaggi di ben nota fama. Ci sembra indispensabile, come richiesto dai consiglieri Roberto Alicandri e  Marco Federici, che il sindaco Alessandro Coppola compaia tempestivamente in Consiglio Comunale a riferire sulle numerose questioni che mostrano in modo inequivocabile beceri personalismi e una completa  mancanza di competenza amministrativa. Ricordiamo infine al Sindaco Coppola che un semplice post su Facebook o la dichiarazione fatta ai giornali non possono certo bastare per calmare le acque perché è sotto gli occhi di tutti che questa amministrazione sta navigando in alto mare”.