Home Politica I consiglieri comunali Mancini e Sanetti: “Spettacolo indegno per Nettuno”

I consiglieri comunali Mancini e Sanetti: “Spettacolo indegno per Nettuno”

1076
Daniele Mancini e Simona Sanetti

“Non meritate Nettuno. Lo avevamo detto: eccolo il solito teatrino della politica degli interessi particolari e personali sulla pelle dei nettunesi. I partiti e movimenti hanno fallito in passato e probabilmente falliranno ancora oggi ed in futuro. E questo ci dispiace per la città. La differenza la fanno solo le persone libere. Lo abbiamo sempre sostenuto.
Libere da interessi personali, libere da simboli che rappresentano strutture insaziabili e assettate di potere”. Lo scrivono in un post su Fb i consiglieri comunali di opposizione Daniele Mancini e Simona Sanetti.
“La maggioranza a Nettuno – aggiungono – sta solo trovando i suoi equilibri interni, giochi di forza e di potere, d’interessi oscuri che danneggiano una virtuosa azione amministrativa, a scapito, ancora una volta, della cittadini che aspettano opere e servizi. Niente di più. Non accadrà nulla, vedrete. Ma lo spettacolo indegno a cui stiamo assistendo è la rappresentazione tragicomica del gioco delle parti, anzi dei partiti e dei loro attori, con il Sindaco che “annuncia” eventuali dimissioni?! Non è un gioco! Siate seri! Avete la responsabilità, l’onore e l’onore di amministrare 50.000 nettunesi, dimostrate di essere all’altezza, siate credibili e degni della fiducia che la maggioranza dei nettunesi ha riposto in voi solo 3 mesi fa. Noi stiamo facendo la nostra parte per il bene comune come forza consiliare seppur in opposizione. Ora, dopo aver trovato la tavola apparecchiata e piena che vi abbiamo lasciato e che vi ha spianato la strada, dimostrate di saper fare qualcosa voi, oltre che dare fondo alle casse pubbliche per 2 selfie e un po’ di visibilità, quando invece la realtà è quella drammatica di queste ore. Amministrate, programmate, pianificate e agite velocemente se siete capaci di farlo. Altrimenti con coerenza e amore per Nettuno, fatevi da parte e lasciate Coppola libero di fare le proprie scelte per il bene dei Nettunesi. State facendo perdere credibilità anche a lui. Esprimiamo solidarietà non al Sindaco, ma alla persona di Sandro Coppola che non rappresenta e non potrà mai rappresentare questi partiti. Come abbiamo sempre detto, anche dopo l’esperienza sulla nostra pelle, servono persone libere e non i soliti simboli che ripetutamente gettano la città nell’ingovernabilità e nella discontinuità amministrativa.
La soluzione è soltanto una, scegliere persone libere della società civile che non rispondono a logiche partitiche spartitorie o a personalismi di sorta. Qualsiasi cosa accada, dopo oggi avete già perso”.