Home Politica La Asl continua a chiudere uffici ad Anzio, la protesta di Maranesi...

La Asl continua a chiudere uffici ad Anzio, la protesta di Maranesi e Di Carlo

626
Il consigliere Di Carlo
Il consigliere comunale di Anzio Marco Maranesi

“Continua a velocità sostenute lo smantellamento dei servizi Asl sul nostro territorio, chiudendo reparti essenziali come l’Ostetricia nel Polo Ospedaliero di Anzio con il solito motivo del calo nascite rispetto ad altri Centri Ospedalieri e addirittura sembrerebbe che i vertici castellani dell’Azienda Sanitaria stiano chiudendo anche l’Ufficio Igiene Pubblica e S.P.R.E.A.L. oggi presenti nella struttura di “Villa Albani”, facendo mancare il controllo ed un servizio di garanzia per tutta l’utenza di Anzio e Nettuno, che fino ad oggi ha dimostrato di saper funzionare in maniera eccellente, soprattutto per quanto riguarda il servizio di Sicurezza e Prevenzione dagli infortuni sul lavoro in controtendenza rispetto alla media nazionale.

Questo è solo l’ennesimo schiaffo alle Città di Anzio e Nettuno da parte dei vertici ASL ROMA 6 che continuano imperterriti nella loro opera di smantellamento dei servizi sanitari sui nostri territori concentrandoli nella zona dei Castelli Romani per noi difficilmente raggiungibili per le condizioni in cui versano le arterie stradali.
Sia ben chiaro, lo abbiamo detto anche nei recenti Consigli Comunali, non staremo a guardare questa ennesima violenza alla Città, siamo pronti nelle prossime settimane a manifestare sotto il palazzo Regionale e se occorrerà anche procedere all’occupazione degli uffici ASL ROMA 6″.
Così in una nota stampa i capigruppo di Forza Italia Marco Maranesi e della Lista Candido De Angelis Walter Di Carlo.