Home Attualità Altroconsumo premia le spiagge di Anzio, spiccano il Tirrena e La Capannina

Altroconsumo premia le spiagge di Anzio, spiccano il Tirrena e La Capannina

Ben 195 gli stabilimenti balneari che sono stati valutati per l’attenzione alla raccolta differenziata, l’offerta di ristorazione, la presenza di servizi accessori

621

Ben 195 gli stabilimenti balneari che sono stati valutati per l’attenzione alla raccolta differenziata, l’offerta di ristorazione, la presenza di servizi accessori ma anche cortesia del gestore, la presenza di aree giochi per bambini e il prezzo da Altroconsumo, l’associazione dei consumatori che ha analizzato i lidi di 7 Regioni e premiato Anzio con un’ottima votazione.

Nell’inchiesta che ha toccato sette regioni rappresentate da altrettante località turistiche Campania (penisola sorrentina), Emilia Romagna (Cervia), Lazio (Anzio), Liguria (Finale Ligure), Marche (Porto Recanati), Sicilia (litorale palermitano), Toscana (Castiglione della Pescaia) sono diversi gli elementi presi in considerazione, oltre al rispetto dell’ambiente e al costo, quali la predisposizione o meno di strutture d’intrattenimento per i bambini e per gli adulti, la presenza di servizi accessori (dalla fontanella per sciacquarsi i piedi, alla doccia calda, ma anche il parcheggio per le bici) e di attività di ristorazione che vadano oltre il bar dello stabilimento. Da ultimo, particolare attenzione è stata data anche al livello di cortesia e disponibilità con cui i gestori e il personale degli stabilimenti si interfacciano con clienti con particolari necessità.

A eccellere la realtà di Cervia, seguita da Castiglione della Pescaia, Finale Ligure ed Anzio che conquista una splendida quarta posizione. Ben 45 gli stabilimenti visitati. Ecco il giudizio dell’Associazione:

L’INCHIESTA Il punto di forza degli stabilimenti di Anzio, che si piazza al quarto posto della nostra classifica, è senza dubbio la ristorazione: spesso i bagni sono dotati sia di bar sia di ristorante, per la gioia dei clienti. Buona la valutazione relativa alla raccolta differenziata dei rifiuti presenti nei bagni della località alle porte di Roma. Meno curate, invece, le strutture di intrattenimento: spesso c’è la zona adibita ai giochi per i bambini, più raramente ci sono i campi da volley e ping pong; quasi mai la piscina o la zona fitness. Si può fare decisamente meglio sul livello di cortesia dimostrato dai proprietari e sulla capacità di dare informazioni ai clienti: in pochi ci hanno aiutato a trovare un ristorante per celiaci. 

TARIFFE Giornaliera da 15 a 30 euro; settimanale da 90 a 160 euro; mensile da 2800 a 810 euro. 

AL BAR Cola da 1,50 a 2,50 euro; acqua da 0,50 a 1,20; caffè 0,80 – 1 euro. 

CI SONO PIACIUTI I Tirrena (centro) e La Capannina (lido di Lavinio). 

Strutture di intrattenimento C
Servizi accessori C
Attività di ristorazione A
Raccolta rifiuti B
Informazioni e cortesia C
GIUDIZIO COMPLESSIVO B