Home Cultura e Spettacolo Storie de donne, amori e de cortelli, l’8 agosto al Teatro Spazio...

Storie de donne, amori e de cortelli, l’8 agosto al Teatro Spazio Vitale

328

I gruppo musicale dei Canta&Gira, che propone le cover dell’Orchestraccia e la Compagnia del Vagabondo hanno ideato e messo in atto un progetto musico teatrale di grande impatto che andrà in scena il prossimo 8 agosto, in anteprima, al Teatro Spazio Vitale di Nettuno. Il titolo dice moltissimo di uno spettacolo che promette comunque tante sorprese: “Roma  – Storie del donne, d’amore e del cortelli“. Una ventina circa gli artisti coinvolti, compresi i ballerini della Dance Unit. Ma come nasce questo progetto? A raccontarcelo Federico e Gabriele Arancio, Massimo Garbini e Sabrina Cima che dello spettacolo fanno parte e lo hanno ideato. “Il nostro obiettivo – ci spiegano — era quello di unire musica e teatro romano, a partire dai pezzi dell’Orchestraccia. Portare dei pezzi che raccontano vere e proprie storie di vita ad un concetto non solo musicale ma teatrale”. “E’ un progetto – spiega Federico Arancio – in particolare contro la Violenza sulle donne. Il tema di tante canzoni romane, spesso affrontato con troppa leggerezza, è proprio la violenza e anche l’omicidio di una donna”. “In questo spettacolo – aggiungono tutti in coro – raccontiamo la storia di due donne, di due coppie. La storia di Nino e Nina che non si possono sposare per motivi economici, una storia dell’800 romano attualizzata i giorni nostri. E la storia di Serafino e Lella”. Chi vuole saperne di più, ascoltare buona musica e rivivere le atmosfere della Roma antica e moderna deve solo presentarsi il prossimo 8 agosto al Teatro Spazio Vitale alle 21. Il costo del biglietto è di 10 euro, i bambini sotto i 10 anni e i diversamente abili non pagano.

Sono previsti colpi di scena e tante sorprese.

I registi dello spettacolo sono Massimo Garbini, Sabrina Cima e Federico Arancio, questi ultimi hanno anche firmato la sceneggiatura.

Perché andare a vedere questo spettacolo? “Perché si tratta di un esperimento – ci spiegano gli autori e i protagonisti – e perché è una via di mezzo tra teatro e musica e perché è una montagna russa emotiva tra il dramma è il divertimento”.

Per info e prenotazioni 3299414678