Home Politica Claudio Dell’Uomo assessore, è lui l’ideologo del progetto Coppola Sindaco

Claudio Dell’Uomo assessore, è lui l’ideologo del progetto Coppola Sindaco

1160

Oggi il primo consiglio comunale a guida Alessandro Coppola è un successo personale dell’ex consigliere comunale Claudio Dell’Uomo (ieri nominato assessore) che si è dimostrato brillante stratega e garante di un progetto politico che ci si augura possa dare nuovo respiro alla città di Nettuno.

Una lunga carriera politica alle spalle, Claudio Dell’Uomo, da sempre premiatissimo nel quartiere di Tre Cancelli grazie al legame radicato di una comunità unitissima, incassa oggi con un ruolo in giunta il riconoscimento di un lavoro di tessitura politica durato oltre un anno. Oppositore convinto della precedente Amministrazione a 5 stelle Dell’Uomo è stato tra coloro che più si è impegnato per arrivare alla sfiducia dell’ex Sindaco Casto, che dopo aver ‘dimissionato’ la prima giunta aveva subito creato frizioni insanabili con l’opposizione e, infine, anche con parte della sua maggioranza.

Dal giorno dopo la caduta dei 5 stelle Dell’Uomo ha iniziato a lavorare al progetto di un centrodestra finalmente unito su una figura civica di spicco: Alessandro Coppola. Non è stato semplice. Da una parte unire tutti e riuscire ad arginare le ambizioni dei singoli che avevano intenzione di mettere il proprio nome sul tavolo della trattativa per la carica più alta. Poi convincere il professionista Coppola, stimatissimo nel suo lavoro, a vivere questa nuova avventura. Il progetto è stato costruito giorno per giorno con tenacia fino ad arrivare alla formazione che si è presentata al voto a chiedere fiducia ai cittadini. Coppola è stato vincente in praticamente tutti i seggi, ma non si può non notare il plebiscito di consensi in zona Tre Cancelli e il risultato di Massimiliano Rognoni, che ha sfiorato le mille preferenze personali. Un ‘premio’ per Dell’Uomo, per il successo di una strategia che dopo 14 anni ha riportato il centrodestra al governo e per una carriera politica spesa per la città e i cittadini, con un occhio di riguardo al suo quartiere il che davvero non guasta, viste le condizioni delle periferie per cui questa amministrazione ha annunciato grande attenzione. Oggi Dell’Uomo per la prima volta entra nell’assise comunale di Nettuno da ‘nominato’ e non da eletto (anche lui sempre votatissimo) e siamo certi che anche in questa legislatura sarà un protagonista della scena politica e non una comparsa.