Home Attualità Fare Verde, volontari in piazza ad Anzio per aiutare i cittadini con...

Fare Verde, volontari in piazza ad Anzio per aiutare i cittadini con la differenziata

154

Cambia la differenziata in centro ad Anzio e Fare Verde saranno in piazza per aiutare i cittadini. I volontari saranno presenti presso le 8 isole ecologiche ad Anzio centro per illustrare la nuova organizzazione della raccolta dei rifiuti.

“È più che una certezza – dicono dal Gruppo –  ormai, il fatto che il problema maggiormente avvertito dai cittadini di Anzio sia quello dei rifiuti: un problema di diversi anni ormai che finisce col generare un senso di abbandono che ancor più induce il singolo a sottrarsi alle buone regole di civiltà. Indubbiamente, è quanto mai necessario trovare una soluzione concreta che possa tradurre le esigenze dei cittadini, ormai esasperati e sfiduciati. Quanto al nostro impegno, il presidio dei volontari è stato pensato in un’ottica di educazione ambientale attiva: nei primi giorni di avviamento del nuovo sistema, infatti, da una parte si cercherà di infondere nel cittadino l’importanza di un corretto conferimento, guidandolo nella raccolta e nel rispetto della calendarizzazione della stessa e, dall’altra, fungerà da sensibilizzatore verso la tematica ambientale e all’importanza dei piccoli gesti quotidiani, cogliendo anche le segnalazioni dell’utenza per poi riportarle in un tavolo partecipato, auspicabilmente, tra società privata ed ente comunale. Abbiamo avanzato diverse proposte per migliorare l’attuale presente, tra cui quella di attivare una convenzione con L app #junker al fine di migliorare la differenziata a monte.  In questo modo, la maggior consapevolezza del singolo sarà da monito per gli altri.  I risultati arriveranno, senza troppe fatiche, a beneficio della città e della salute, ripartendo dalle periferie al centro e dal centro alle periferie per chiudere quella tanto attesa e sperata economia circolare.  Nel 2019 è inammissibile che il maggior rifiuto abbandonato sia il verde, ormai confermato come “non rifiuto” anche con la nuova legge europea del 2019. Le soluzioni ci sono e pronte ad essere proposte agli organi competenti per il bene di Anzio e dell’ambiente.  Un plauso ai ragazzi che da subito hanno accettato l’impegno di schierarsi in prima persona per partecipare al cambiamento sostenibile.  Questo è il senso del nostro esser, da sempre, schierati dalla parte dell’ambiente-sostenibile e questo vogliamo trasmettere: poche parole, niente paura e tanto FARE”.