Home Cronaca Commozione e palloncini bianchi per l’ultimo saluto al piccolo Nicolò

Commozione e palloncini bianchi per l’ultimo saluto al piccolo Nicolò

3507

Sono stati davvero tantissimi i cittadini che oggi si sono riuniti nella chiesa di Sant’Anna, in zona Cretarossa a Nettuno, per l’ultimo saluto al piccolo Nicolò Perniconi e per stringersi con tanto affetto alla famiglia distrutta dal dolore.

Il bimbor di due anni, lo ricordiamo, lo scorso sabato mattina è annegato nello stagno in casa dei nonni. Una tragica fatalità. Oggi a salutare Nicolò i genitori, le maestre e i bimbi della scuola Filippine. “Siamo vicini alla famiglia – ha detto un genitore dal pulpito – oggi ogni parola sembra inopportuna ma vogliamo come genitori farvi sentire la nostra vicinanza e il nostro affetto in questo momento. Per ogni vita c’è un disegno divino anche se qualche volta, come in questo caso, è difficile da comprendere. Nicolò lo ricorderemo per sempre come un bimbo vispo e gioioso che ha donato a tutti noi la gioia di averlo conosciuto. Abbiate fede e coraggio, Nicolò sarà sempre con voi”. Quindi ha preso la parola una delle Maestre del bimbo. “Oggi è difficile trovare le parole – ha detto – e mai avremmo dovuto cercarle. Ci chiediamo perché? Se chiudo gli occhi vedo il suo volto vispo in braccio alla madre, lo vedo giocare tra i banchi. Sono immagini che non dimenticherò. Ho partecipato alla gioia della famiglia quando è nato e partecipo oggi al vostro dolore. Spero che questo possa unirvi ancora di più. Tutta la scuola, i Dirigenti, gli Insegnanti i ragazzi, partecipano profondamente al vostro dolore”.

Quindi alcune bimbe hanno letto ad alta voce una lettera della sorella di Nicolò. Quindi a prendere la parola è stato il parroco. “Spero che il signore mi aiuti a dare una parola di conforto e oggi nessuno è qui per caso. Perché Dio permette questo? La nostra ragione non arriva, davanti a questo ci sentiamo tutti piccoli siamo qua perché qui ci porta la fede. La ragione si fa una domanda la risposta si da con la fede. Attenti ai sensi di colpa, in queste tragedie si nasconde il mistero di Dio. Oggi, con questo nuovo battesimo Nicolò può contemplare il volto di Dio. Coraggio”. I genitori hanno assistito in prima fila alla cerimonia, insieme ai nonni e agli amici. Tanta commozione e lacrime per un dramma difficile da comprendere. Al termine della cerimonia la piccola bara bianca era attesa sulla soglia da tanti bambini che hanno lasciato volare in cielo mille palloncini bianchi e salutato il loro amichetto con un lungo applauso. Alla cerimonia era presente il Sindaco di Nettuno Alessandro Coppola, con la fascia e il gonfalone cittadino, per far sentire la città vicino alla famiglia. Per la durata della cerimonia funebre è stato proclamato il lutto cittadino.