Home Cronaca Abuso d’ufficio per le proroghe sui lavori, assolti la Santaniello e Bagialemani

Abuso d’ufficio per le proroghe sui lavori, assolti la Santaniello e Bagialemani

754

Si è tenuto oggi a Velletri davanti al tribunale collegiale penale la discussione finale di un processo iniziato anni fa in cui erano imputati di abuso d’ufficio la dirigente del Comune di Anzio Angela Santaniello e l’imprenditore privato Valerio Bagialemani anch’egli finito nel processo per concorso in abuso d’ufficio. L’accusa ha sostenuto che la dirigente Santaniello difesa dall’avvocato Michele Monaco, avesse effettuato delle proroghe illegittime mediante determine con le quali affidava alla società lavori di manutenzione straordinaria degli impianti e fabbricati del cimitero di Anzio, per vari costi di migliaia di euro, succedutisi dal 2010 al 2012. L’accusa sosteneva che gli affidamenti erano illegittimi e non potessero essere spacchettati nel tempo altrimenti si sarebbe elusa la legge sugli affidamenti diretti. La difesa per Bagialemani, rappresentata dall’Avvocato Ciro Palumbo, ha sostenuto la correttezza degli atti amministrativi e la estraneità del privato da qualunque concorso in abuso di ufficio, abuso che a monte è stato sviscerato come non essere tale e che lo stesso non era l’amministratore di fatto della società. Il Collegio Penale ha assolto entrambi da ogni accusa.