Home Cultura e Spettacolo La camera penale di Velletri in sciopero della fame per Nasrin Sotoudeh

La camera penale di Velletri in sciopero della fame per Nasrin Sotoudeh

687
L'avvocato Lanzi in Tribunale a Velletri
Il Consiglio Direttivo della Camera Penale di Velletri in data 24 aprile ha deliberato una forma di protesta non violenta caratterizzata dal digiuno a staffetta a sostegno della collega iraniana Nasrin Sotoudeh, condannata alla pena di 33 anni di carcere e 148 frustate. Le accuse contro di lei sono la conseguenza del suo pacifico lavoro in favore dei diritti umani, inclusa la sua difesa delle donne che protestano contro l’obbligo di indossare il velo in Iran e la sua pubblica opposizione alla pena di morte. La condanna è divenuta definitiva perché l’attivista non ha proposto appello contro la sentenza .
Nasrin Sotoudeh è stata iscritta quale socia onoraria della Camera Penale di Velletri
La staffetta del digiuno ha inizio oggi 24 aprile
Calendario dei giorni di digiuno:
Sabrina Lucantoni 24 e 25 aprile
Stefano Perica 26 aprile
Gloria Brancher 27 aprile
Federica Di Cavio 28 aprile
Fabrizio Lanzi, avvocato di Nettuno, 29 aprile
David Pizzicannella 30 aprile
a seguire tutti quelli che aderiranno.
Si invitano tutti gli iscritti alla Camera Penale e chiunque altro ad aderire e a comunicare il giorno del digiuno all’indirizzo mail: camerapenalevelletri@gmail.com e a dare ampia diffusione all’iniziativa.
Sono consentiti tre cappuccini al giorno, in alternativa tè, orzo.
Si invia la delibera all’Ordine degli Avvocati di Velletri.
Il Presidente
Avv. Sabrina Lucantoni