Home Politica Alessandro Coppola e il centrodestra incontrano il Commissario Strati

Alessandro Coppola e il centrodestra incontrano il Commissario Strati

398
Coppola e Strati all'inaugurazione dell'Ufficio tributi

“Ho il piacere di comunicare che ieri alle 13 io e una delegazione del centrodestra unito, composta da Fabrizio Tomei, Giuseppe Barraco e Maurilio Leggieri, abbiamo incontrato il Commissario prefettizio di Nettuno Bruno Strati. E’ stata l’occasione per fare il punto sulla situazione dell’Ente ad un passo dalla fine del mandato commissariale e per portare i saluti a Bruno Strati che in questo anno si è impegnato per la nostra città. Sono stato felice di sapere che il Bilancio è stato approvato e che, pur nei limiti degli Enti locali le casse comunali non sono in disavanzo, e che ci sono una serie di progetti in essere. E’ stata una piacevole chiacchierata che ha riguardato anche la situazione politica locale e i progetti della coalizione di centrodestra per il futuro. Su questi progetti chiediamo fiducia ai cittadini e offriamo loro il massimo impegno per realizzarli”. Lo scrive Alessandro Coppola in un post su Fb con cui ha voluto ringraziare il Commissario per il lavoro svolto e per la disponibilità sempre dimostrata al confronto con la politica e i cittadini. In effetti il candidato a Sindaco Coppola e Strati si erano incontrati anche ieri mattina durante l’inaugurazione dell’Ufficio tributi.

“Ho voluto essere presente all’inaugurazione del nuovo Ufficio tributi a Nettuno – ha spiegato Coppola in un altro post sulla sua pagina FB – non per una passerella politica ma il piacere di verificare il risultato di un lavoro di progettazione che ho svolto, come sempre con passione, e che mi è stato commissionato dal privato che ha realizzato la struttura commerciale e anche gli Uffici per la Pubblica Amministrazione. Gli uffici sono finalmente operativi e io intendo continuare sulla strada del decentramento, con l’apertura di due sedi esterne al Comune (una a Sandalo e l’altra a Tre Cancelli) per decongestionare il centro e per far capire alle periferie che intendiamo migliorare in modo netto i servizi”.