Home Cultura e Spettacolo Nettuno, al via gli eventi del 50° anniversario dell’Itis con la fisica...

Nettuno, al via gli eventi del 50° anniversario dell’Itis con la fisica Catalina Curceanu

491

Sono iniziati questa mattina gli eventi del ricco programma organizzato per festeggiare il 50° anniversario dell’Itis Trafelli di Nettuno. Ad inaugurare il tutto una conferenza che si è tenuta questa mattina all’insegna della memoria di Luigi Trafelli, tenuta dal primo ricercatore dell’istituto nazionale di fisica nucleare dei laboratori nazionali di Frascati, Catalina Curceanu, tra i massimi esperti del settore a livello internazionale.

“Apriamo questo 50esimo anniversario – ha detto il dirigente scolastico  Carlo Eufemi di questo che è primo istituto superiore nato sul territorio di Nettuno. Siamo felici di avere con noi un’esperta del calibro della professoressa Curceanu, ma anche di avere qui tra noi un ospite illustre come la dottoressa Franca Podo, pronipote di Luigi Trafelli e insieme a lei stiamo ricordando anche la figura di Trafelli, importantissima per la città di Nettuno, oltre che festeggiare i 50 anni della nostra scuola”

Visibilmente emozionata Franca Podo, ultima discendente del matematico e fisico nettunese vissuto a cavallo tra il 1800 e il 1900 e che ha dato un contributo fondamentale alla ricerca scientifica con i suoi lavori che hanno ispirati altri illustri fisici come Maiorana, Fermi e Heisenberg.

“Grazie al dirigente scolastico, al copro docente e  agli studenti – ha detto Franca Podo – che hanno organizzato questo grande programma culturale. Sono qui con viva emozione. L’ultima volta che sono stata qui era 7 giugno 2001 quando è stato scoperto il busto del mio pro zio. Sono sempre disponibile per iniziativa che puntano a coltivare il dialogo tra questa scilla e e la mia famiglia”.

Una conferenza quella organizzata dalla fisica Catalina Curceanu dal titolo “Un viaggio da Luigi Trafelli ai misteriosi buchi neri”, sottolineando l’importanza nella storia della fisica proprio di Luigi Trafelli.

“Esploriamo la fisica che tanto trafelli amava con un viaggio nella fisica moderna -ha detto Catalina Curceanu – Per me è davvero piacere e onore essere qui per un evento così sentito. Sono emozionata perché mi piace parlare di ciò che facciamo con i ragazzi e i giovani per far capire quanto sia interessante la scienza. Ho scelto di parlare della fisica moderna partendo da Trafelli perché è nato nel periodo in cui fisica moderna era nella sua fase più interessante e lui ha partecipato in prima persona nelle grandi conquiste di questo secolo delle meraviglie per la fisica. Ci concentriamo sui buchi neri. Era l’inizio del secondo quando questa teoria iniziava a prendere piede e di cui Trafelli è stato tra i protagonisti. Un personaggio  che ha vissuto in questo periodo in cui fisica era in crisi e che a cavallo del secolo cambiò completamente faccia. Oggi come allora stiamo attraversando una crisi della fisica, con molte domande a cui non troviamo ancora risposte. Ci sono una serie di fatti che mettono la fisica odierna in crisi e magari qualcuno di voi che oggi avete l’età di Trafelli allora potrà essere il protagonista della fisica postmoderna”.