Home Cultura e Spettacolo Vivi Nettuno, il Commissario Strati : “Grazie a chi ci ha messo...

Vivi Nettuno, il Commissario Strati : “Grazie a chi ci ha messo il cuore”

In una affollata conferenza stampa presso il Comune di Nettuno, a cui hanno preso parte moltissimi degli organizzatori degli eventi, tra imprenditori,

277

In una affollata conferenza stampa presso il Comune di Nettuno, a cui hanno preso parte moltissimi degli organizzatori degli eventi, tra imprenditori, commercianti, ristoratori  ed esponenti dell’Associazionismo locale, il Commissario prefettizio di Nettuno Bruno Strati ha illustrato il programma di “Vivi Nettuno”.
“Grazie ai presenti per la partecipazione attiva a questo progetto – ha esordito Strati – grazie a tutti gli addetti ai vari settori. Noi insieme al Comune di Anzio abbiamo partecipato al progetto regionale Città della cultura, non abbiamo vinto ma il nostro progetto è piaciuto e anche senza finanziamento viene sponsorizzato. I nostri due comune sono a distanza zero e per questo con sempre più servizi in comune. Siamo partiti nei giorni scorsi con il servizio di pronto intervento sociale ed è giusto che ci sia sempre un collegamento e una collaborazione per i servizi principali. Questo progetto condiviso ’è comunque piaciuto ed è in corso una sponsorizzazione di eventi per la Primavera con una partecipazione ampia che coinvolge tutta la città. Lo sapete meglio di me – sottolinea Strati – le eccellenze in questo progetto sono messe in grande evidenza. Nettuno è una città florida, con tante iniziative e cose belle e buone da mostrare ed è bello che si possa mettere tutto questo all’attenzione della Regione. Io da Commissario ho sempre cercato di incoraggiare eventi turistici, con il Natale, poi lo Sbarco. Questa iniziativa è nata come una cosa spontanea e imprevista mettendo in piedi il buono che era stato avviato con la precedente organizzazione. Vi fa onore – ha detto rivolto ai presenti – la disponibilità subito dimostrata e l’attaccamento alla città. Questo è il lavoro che va premiato. Anche se con il Commissario in Comune si pensa di solito alle cose ordinarie, qui siamo riusciti ad andare oltre. Tutto è stato coordinato, come sempre, in modo magistrale dalla dottoressa Margherita Camarda che nel Comune svolge un ruolo insostituibile con il suo staff. Con questi eventi si coinvolgono tanti ufficiali, la vigilanza con la Polizia locale, i Lavori pubblici con la pulizia del centro, questo dimostra la grande vivacità di questa città. E stiamo già lavorando per la Festa di maggio – ha concluso il Commissario – tenendo conto dei lavori previsti in città. Sono orgoglioso della vivacità della nostra cittadina e voglio dire grazie gli attori che ci mettono cuore. Quando non accade tutto diventa difficile”.

Quindi ha preso la parola la Dirigente Margherita Camarda. “Programma insieme ai cittadini è essenziale, soprattutto quando un progetto bello come questo non ottiene risorse. La Regione ci ha offerto la promozione, si poteva lasciar stare ma i cittadini e le attività interessate hanno aderito ed eccoci qui. Abbiamo messo dentro questo programma di Primavera tutte le eccellenze e l’iniziativa è anche un esperimento per comprendere l’esito di questi progetti e valutare organizzazioni future. L‘ufficio turismo è a disposizione e prenderà le prenotazioni per gli eventi che lo prevedono (cantine, alberghi, ristoranti che offrono un menù turistico) e apriremo il Pit (Il punto di informazione turistica che si trova nel gabbiotto verde sotto al Comune) per permettere ai cittadini prenotare visite ed eventi anche in centro e per far trovare a tutti qualcuno di accogliente e preparato per dare indicazioni”. Poi in sala ognuno dei presenti ha concordato con gli uffici i dettagli della propria partecipazione, dalle Cantine sociali ai menù turistici dei ristoranti.

Il Commissario Strati ha poi dato disposizione agli uffici di dare una sistemata particolare in tutte le zone oggetto di visita, dal forte Sangallo alla marciarono del Borgo. L’obiettivo è quello di mostrare Nettuno nella sua veste più bella e far si che tutti i turisti che ci verranno a trovare abbiano voglia di tornare. Nel frattempo, vista la sponsorizzazione della Regione sono già davvero tante le prenotazioni anche da fuori regione, Bolzano, Liguria, Torino… per le cantine, per il giro a Torre Astura, e si spera sia solo l’inizio.