Home Attualità Riviera Egidi ridotta a mulattiera. Luigi D’Arpino: Si ceda al comune di...

Riviera Egidi ridotta a mulattiera. Luigi D’Arpino: Si ceda al comune di Anzio

E' una provocazione quella di Luigi D'Arpino, ex Presidente della Capo d'Anzio, ex Assessore della giunta De Angelis, da sempre attivo in politica con il centrodestra

883

E’ una provocazione quella di Luigi D’Arpino, ex Presidente della Capo d’Anzio, ex Assessore della giunta De Angelis, da sempre attivo in politica con il centrodestra che, guardando le condizioni in cui è ridotto il manto stradale della Riviera Egidi, ai Marinaretti, propone al Comune di Nettuno la cessione a quello… di Anzio. “La strada che costeggia il mare in uno dei punti più belli tra i due comuni – ci spiega D’Arpino che la strada la percorre ogni giorno – subito dopo il confine con il Comune di Anzio è praticamente una mulattiera. Vista la sempre più stringente collaborazione tra i due comuni Nettuno potrebbe cedere i Marinaretti e magari prendere in cambio una posizione di territorio all’interno. Almeno Anzio, che le strade le sta rifacendo, potrebbe restituire decoro alla zona, in vista della stagione estiva. In questo tratto di strada, panoramico e molto frequentato da cittadini turisti il Comune di Nettuno è assente da tempo, nessun lavoro, neanche la manutenzione minima. L’unica cosa nuova che hanno messo è la colonnina dei ticket. L’estate si vedono i vigili per le multe, ma non mi pare che ci sia un progetto di rifacimento, nonostante le condizioni indecenti ed è imbarazzante una distrazione di questo tipo in una zona come questa. Solo con l’Imu delle case che ci sono sulla via – conclude D’Arpino – il Comune dovrebbe riuscire a realizzare un lastricato di prim’ordine”.