Home Cronaca Pericolosi e malati, abbattuti decine di pini nella Riserva di Villa Borghese

Pericolosi e malati, abbattuti decine di pini nella Riserva di Villa Borghese

Decine e decine di pini abbattuti all’interno della Riserva naturale di Villa Borghese hanno portato ad una serie di controlli e sanzioni

369
Gli alberi abbattuti a Villa Borghese

Decine e decine di pini abbattuti all’interno della Riserva naturale di Villa Borghese hanno portato ad una serie di controlli e sanzioni da parte del Corpo forestale dei Carabinieri.
Nelle scorse ore a Nettuno, lungo via Gramsci e a poca distanza dal confine con Anzio, i forestali della Stazione di Pomezia – afferenti al Nipaf di Roma comandato dal maggiore Dario Burattini – hanno emesso una sanzione amministrativa di 1.700 euro alla proprietà dell’area per aver proceduto al taglio senza una preventiva autorizzazione da parte del Comune di Nettuno.
A quanto pare, i proprietari della porzione in questione di Villa Borghese avrebbero inviato una richiesta di autorizzazione al taglio al Comune nel mese di febbraio, motivando la necessità di un intervento radicale con dei rischi per la sicurezza pubblica, con tanto di parere di un esperto allegato alla richiesta stessa, che evidenzia anche il fatto che molti degli alberi coinvolti nel taglio erano malati.
Nessuna risposta, però, sarebbe pervenuta dal Comune quindi i carabinieri forestali, dopo le dovute verifiche, hanno sanzionare i responsabili del taglio degli alberi e avvisato il Comune dell’accaduto. Gli uffici dell’Ente erano al corrente della situazione di pericolosità e malattia di diversi esemplari dei pini tagliati. Durante la stagione estiva il Comune aveva chiesto ai proprietari di alcune porzioni della Riserva di Villa Borghese di potare i pini a bordo strada e di metterli in sicurezza a seguito del crollo di alcuni rami sulla pista ciclabile. Nonostante questo, il privato avrebbe comunque dovuto attendere l’autorizzazione al taglio per questo è stata elevata la multa. Tuttavia, poiché non si trattava di alberature protette e ci sono i pareri necessari che attestano malattie e pericolosità di ogni albero, non ci sono state denunce.