Home Cronaca Cadavere in mare a Santo Stefano, forse è l’uomo scomparso a Nettuno

Cadavere in mare a Santo Stefano, forse è l’uomo scomparso a Nettuno

È stato ritrovato un cadavere in mare al largo di Santo Stefano, l'isola vicino a Ventotene, arcipelago delle isole pontine. Il corpo, in avanzato stato

1579

È stato ritrovato un cadavere in mare al largo di Santo Stefano, l’isola vicino a Ventotene, arcipelago delle isole pontine. Il corpo, in avanzato stato di decomposizione, è stato recuperato dalla capitaneria di porto di Gaeta. Dovrebbe essere un uomo, ma non si conosce ancora la sua identità, né la causa del decesso. La procura di Cassino ha aperto un’inchiesta in merito al ritrovamento. Ulteriori informazioni sull’identità arriveranno certamente dopo la pubblicazione dei risultati dell’autopsia che verrà effettuata sul cadavere. A dare l’allarme sarebbero stati alcuni pescatori. Il cadavere potrebbe appartenere ad un 54enne di Nettuno disperso a Sperlonga ormai da oltre 7 giorni. L’uomo, stando a quanto ricostruito, avrebbe parcheggiato la sua automobile nei pressi di via Flacca e avrebbe lasciato un biglietto d’addio all’interno dell’abitacolo. Alle ricerche, finora senza esito, avevano partecipato i vigili del fuoco del Comando provinciale di Latina, anche con l’ausilio di un elicottero, e gli uomini della polizia stradale di Terracina. Il nucleo dei sommozzatori dei pompieri aveva perlustrato le coste. Se dovesse essere confermata l’identificazione, il cadavere sarebbe stato trascinato a largo per diverse miglia nautiche fino a raggiungere l’isola di Santo Stefano.