Home Politica Barraco, D’Angeli e Iannelli a sostegno di Coppola: “Nettuno punti sul turismo”

Barraco, D’Angeli e Iannelli a sostegno di Coppola: “Nettuno punti sul turismo”

Venerdì 22 febbraio presso l’Hotel Astura di Nettuno si è svolto un incontro pubblico incentrato sul tema dello sviluppo delle attività produttive tramite il turismo.

437

Di Mirko Piersanti

Venerdì 22 febbraio presso l’Hotel Astura di Nettuno si è svolto un incontro pubblico incentrato sul tema dello sviluppo delle attività produttive tramite il turismo. In questa giornata sono intervenuti Giuseppe Barraco, Genesio D’Angeli, Raffaele Iannelli, generale in congedo, e Maria Regina Tolli. Tutti quanti sostengono la candidatura a sindaco per il centrodestra Sandro Coppola. “ Solo attraverso il turismo possiamo risalire la china – ha esordito Barraco – nonvoglio essere pessimista, anzi sono la persona più ottimista del mondo e sono qui per cercare di farvi capire che con l’impegno delle persone e la politica si può raggiungere un obiettivo veramente importante che è quello di riportare il turismo in questa città”. A seguire è intervenuto il comandante in congedo Iannelli il quale ha cercato di dare un’idea a tutti i presenti di come si possano sviluppare delle strategie del turismo in maniera manageriale. Uno sviluppo del turismo che secondo i relatori deve riguardare un ricco pacchetto di proposte e incentivi per le imprese locali e alcune di queste potrebbero essere : rivitalizzare la città nettunese, facilitandone la mobilità tra centro e periferie, quello di adottare delle misure per la tutela e il decoro cittadino, quello di rendere il centro storico più accessibile, quello di avviare il progetto di laboratori artigianali e quello della lotta all’abusivismo commerciale. “L’obiettivo – come ha specificato il generale in congedo Iannelli – è quello di rendere attraente il sistema turistico ed economico della città. Per ottenere risultati concreti occorre avviare la concentrazione e tavoli di confronto con le associazioni di categoria e chiunque altro ne abbia interesse”. Per iniziare ad avviare tutti questi progetti riguardanti il turismo i relatori hanno specificato che per iniziare occorre “proseguire con rinnovato vigore e buone prassi l’ordinaria attività amministrativa comunale, basilare per l’attuazione di qualsivoglia programma di intervento semplificando le procedure attualmente poste a carico del cittadino-imprenditore, raccogliere ed elaborare con modalità innovative le proposte di rilancio di tutte le attività economiche e produttive del territorio, creando le sinergie necessarie per operare in maniera congiunta e incrementare i livelli qualitativi e quantitativi dell’offerta nel settore turistico e in quello spiccatamente commerciale, oltre ovviamente all’arte e cultura, formidabili fattori di crescita economica”. Ma oltre a questo c’è l’dea anche di dare delle priorità allo spazio fisico della città, alla sua architettura, suoi spazi decorosi, alla manutenzione delle strade e piazze e quello di incrementare il livello di sicurezza urbano. Al fine di valorizzare il territorio i relatori sostengono che occorre avviare delle azioni come quelle di censire tutte le aree e i siti di interesse naturalistico, storico e artistico fino a garantire una promozione pubblicitaria di tutti gli aspetti, eventi e beni di interesse turistico a disposizione della collettività per rendere appetibile il territorio. E addirittura come ha specificato il comandante Iannelli basterebbe catturare l’attenzione solo dello 0,5% dei turisti che ogni anno visitano Roma per poter far conoscere ancora di più la città di Nettuno ai turisti italiani e stranieri, infine è intervenuta Maria Regina Tolli la quale in più di un’occasione la necessità di far ritrovare a Nettuno quella sua bellezza culturale e sociale che l’hanno contraddistinta in passato.