Home Politica Incontro a Nettuno con la Bonafoni e Sannini per sostenere Zingaretti

Incontro a Nettuno con la Bonafoni e Sannini per sostenere Zingaretti

Venerdì 22 febbraio a Nettuno si è svolto un’incontro per sostenere la candidatura di Nicola Zingaretti a segretario del Partito Democratico.

206

di Mirko Piersanti

Venerdì 22 febbraio a Nettuno si è svolto un’incontro per sostenere la candidatura di Nicola Zingaretti a segretario del Partito Democratico. In questa occasione erano presenti Mirko Sannini, membro dell’assemblea regionale del Pd, Lina Giannino, consigliere comunale di Anzio, Marta Bonafoni, consigliera regionale, e Rosario De Rosa, portavoce del comitato Piazza Grande per Nettuno, il dibattito è stato moderato dalla giornalista Francesca Tammone. “Questi sono giorni fondamentali per la partita che stiamo giocando – ha esordito la consigliera regionale Bonafoni – è una partita che si gioca sulla riaccensione di un entusiasmo, io sono capogruppo della Lista civica Zingaretti in Regione e mi è naturale fare il tifo e credere al fatto che Nicola possa fare la differenza per il nostro paese.  Noi dobbiamo dire che senza un Partito Democratico forte, rigenerato e nuovamente riconsegnato a un elettorato soddisfatto non c’è ricostruzione che tenga. E’ inutile parlare di distanze perché non è questa la fase, non era il nostro modo di vedere le cose prima e non lo è neanche adesso”. Secondo la stessa Bonafoni un vero centrosinistra rigenerato deve fare un’opposizione concreta alle politiche che l’attuale maggioranza di governo sta attuando in questi giorni e proporre un’alternativa valida, quella che rappresenta Nicola Zingaretti. “Credo che il Partito Democratico abbia la seria volontà di lavorare perché il campo del centrosinistra torni ad essere l’alternativa valida a questo governo perché non c’è un’altra alternativa al di fuori dei numeri di un governo che è in continua campagna elettorale – ha commentato Mirko Sannini  – per questa sua campagna elettorale il governo sta mandando  il paese in recessione.  Tutti noi siamo a favore del sostegno dei meno abbienti però il reddito di cittadinanza così come è stato impostato è sostanzialmente assistenzialismo. L’alternativa a questo governo credo che possiamo costruirla solo noi, c’è un elettorato che è quella del M5S che io credo sia stato profondamente tradito, lo dimostrano anche i recenti sondaggi. E’ quello l’elettorato che noi dobbiamo andare a recuperare, Nicola Zingaretti viene spesso attaccato perché gli si attribuisce la colpa che lui voglia fare un accordo con i 5 stelle, ma lui non lo chiede. Zingaretti vuole recuperare l’elettorato tradito dai 5 stelle creando un’alternativa valida e credibile”. A seguire si sono svolto anche l’intervento della consigliera comunale di Anzio Lina Giannino, anche lei favorevole di una ricostruzione del Pd. Nella stessa giornata si è parlato di tre temi fondamentali, ovvero libertà, Costituzione e Legalità. Argomenti molto attuali e che sono la base solida su cui si fonda la democrazia italiana. Infine sono intervenuti Aurelio Lo Fazio, esponente di spicco del Pd di Anzio e regionale e Carla Giardiello, segretario del Pd di Nettuno.